Palermo, per il delitto Celesia il pm chiede: «Sei anni di carcere»

Palermo, per il delitto Celesia il pm chiede «Sei anni di carcere»

Palermo, per il delitto Celesia il pm chiede nei confronti di G.O. la pena di «Sei anni di carcere» e la multa di seimila euro

Sei anni di carcere e 6 mila euro di multa è la richiesta avanzata dal Pubblico Ministero Vittorio Coppola nei confronti di G.O., 23 anni, il maggiore dei due fratelli arrestati per l’omicidio di Lino Celesia. Il giovane, ex calciatore, è stato ucciso il 21 dicembre 2023 all’interno del bagno della discoteca Notr3 di via Pasquale Calvi a Palermo.

Il processo con rito abbreviato è iniziato ieri davanti al giudice Elisabetta Stampacchia. G.O., assistito dall’avvocato Vanila Amoroso come l’altro indagato, deve rispondere di porto e detenzione della pistola che ha ucciso il ventiduenne del Cep.

Le indagini hanno ricostruito che la lite fatale sarebbe scoppiata all’interno della discoteca e sarebbe poi proseguita nei bagni, dove Celesia è stato colpito a morte. Il movente dell’omicidio è ancora da chiarire. Secondo alcune ipotesi, la lite sarebbe nata per futili motivi, mentre altri ipotizzano uno scontro legato allo spaccio di droga.

Leggi anche: Migranti, Meloni presenta un esposto per “infiltrazioni criminali”

Il G.O. ha negato qualsiasi coinvolgimento nell’omicidio, mentre il suo difensore ha sostenuto che il ragazzo si trovava all’interno della discoteca, ma che non ha esploso alcun colpo. In effetti, a confessare di aver sparato è stato il fratello M., 17 anni, il quale avrebbe ammesso di essere stato lui a premere il grilletto e di avere lanciato l’arma in mare scagionando così il fratello che invece aveva sempre sostenuto di essere caduto a terra stordito nelle fasi precedenti al delitto al termine di una colluttazione con la vittima. La prossima udienza è fissata per il 2 luglio, dove è prevista la replica dell’accusa e poi le conclusioni.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo/?fbid=1519126485312709&set=a.107832983108740

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi