Nuove funzioni su TikTok per limitare l’accesso agli utenti minorenni

Nuove funzioni su TikTok per limitare l'accesso agli utenti minorenni

Nuove funzioni su TikTok per limitare l’accesso agli utenti minorenni. Ecco l’annuncio ufficiale

Con una nota ufficiale, TikTok rende noto di stare per introdurre nuove regole per la fruizione dei minorenni. Si legge nella nota: “Da sempre riteniamo che le esperienze digitali debbano portare allegria e aiutare le persone a esprimersi, scoprire nuove idee e creare connessioni. Ecco perché oggi presentiamo nuove funzioni per gli adolescenti, le loro famiglie e la nostra community. In particolare, abbiamo migliorato la gestione del tempo di utilizzo con maggiori opzioni personalizzate, introducendo nuove impostazioni predefinite per gli account degli adolescenti e abbiamo ampliato la funzione Collegamento Famigliare con ulteriori controlli parentali”.

Le modifiche avverranno nelle prossime settimane: “per gli account di tutti gli di utenti con meno di 18 anni, il limite di tempo di utilizzo giornaliero verrà reimpostato automaticamente a 60 minuti. Sebbene, a oggi, non esista una posizione comunemente condivisa su quale durata possa essere considerata “eccessiva” né, più in generale, sull’impatto del tempo passato online, si tratta di una decisione presa dopo aver consultato le ricerche accademiche e gli esperti del Digital Wellness Lab del Boston Children’s Hospital. Nel caso in cui, il limite dei 60 minuti venga raggiunto, all’adolescente verrà richiesto di inserire un codice di accesso per poter continuare a guardare i video: per prolungare il tempo sarà quindi necessaria una decisione attiva”.

Leggi anche: Stop a TikTok anche per i dipendenti pubblici italiani. A breve la decisione

Nella nota del social network cinese, inoltre, si cita uno studio scientifico: “Alcuni studi dimostrano, inoltre, che essere più consapevoli del tempo trascorso online può aiutarci a essere più responsabili delle decisioni che prendiamo. A questo proposito, abbiamo creato una nuova notifica, che verrà mostrata a tutti gli utenti U18 che hanno disattivato il limite automatico di 60 minuti e trascorrono su TikTok più di 100 minuti in un giorno, per invitarli a impostare un nuovo limite giornaliero. Ciò fa seguito a quanto implementato lo scorso anno per incoraggiare gli adolescenti a gestire il tempo trascorso davanti allo schermo; dai nostri test è infatti emerso che questo approccio ha contribuito ad aumentare l’uso dei nostri strumenti per la gestione del tempo trascorso in app del 234%. Inviamo, inoltre, a tutti gli account di utenti adolescenti un riepilogo settimanale del tempo trascorso online”.

Le nuove funzioni si aggiungono alle decisione già prese: “Queste funzioni si aggiungono alle solide impostazioni di sicurezza già esistenti per i ragazzi. Per esempio, gli account degli utenti tra i 13 e i 15 anni sono impostati automaticamente come privati in modo che ragazze e ragazzi possano prendere decisioni informate su ciò che scelgono di condividere, quando e con chi. I messaggi diretti sono disponibili soltanto per i maggiori di 16 anni, mentre occorre essere maggiori di 18 anni per ospitare una LIVE”.

Non solo limiti, ma anche un aiuto concreto alle famiglie: “Quando un adolescente ha bisogno di supporto – dice la nota – spesso si rivolge per prima cosa ai genitori, o altri adulti responsabili, che sono quindi i nostri alleati più importanti. È pensando anche a loro che offriamo alle famiglie sempre nuove possibilità di intervenire”. Per questo sono state introdotte nuove funzioni di Collegamento Famigliare:

  • Limiti personalizzati del tempo di utilizzo giornaliero: gli adulti potranno utilizzare Collegamento Famigliare per personalizzare il limite giornaliero di un adolescente – compresa la scelta di limiti diversi secondo il giorno della settimana – offrendo alle famiglie maggiori possibilità di bilanciare impegni scolastici, periodi di vacanza o viaggi di famiglia.
  • Resoconto dell’utilizzo dell’app: abbiamo inserito all’interno di Collegamento Famigliare la dashboard di riepilogo, che mostra il tempo trascorso sull’app, quante volte è stata aperta e il dettaglio del tempo trascorso online di giorno e di notte. Grazie a una ricerca che abbiamo promosso di recente sappiamo che il tempo trascorso online è uno degli argomenti che i genitori discutono più spesso con i figli adolescenti e vogliamo supportare gli adulti con informazioni rilevanti per aiutarli a guidare i ragazzi.
  • Notifiche silenziate: le notifiche ci aiutano a restare connessi, ma a volte è importante non essere interrotti. Stiamo introducendo una nuova impostazione che consente ai genitori di programmare gli orari nei quali silenziarle. Già oggi gli utenti tra i 13 e i 15 non ricevono notifiche dopo le 21.00, mentre per quelli tra i 16 e i 17 la disabilitazione parte dalle 22.00.

Infine, conclude la nota: “Vogliamo che la nostra community senta di avere il controllo della propria esperienza su TikTok. Oltre a queste nuove funzionalità aggiunte al Collegamento Famigliare, tutti potranno presto impostare i propri limiti personalizzati al tempo di utilizzo per ciascun giorno della settimana e definire gli orari in cui silenziare le notifiche. Stiamo inoltre sviluppando un promemoria serale che aiuterà gli utenti a pianificare più facilmente le ore di sonno in cui vogliono restare offline. Una volta raggiunto l’orario impostato, un pop-up ricorderà all’utente di uscire dall’app. Continuiamo a investire nel miglioramento delle funzioni attuali oltre a introdurre nuovi strumenti che ci aiutano a mantenere il controllo dell’esperienza mentre esprimiamo la nostra creatività, creiamo connessioni importanti e viviamo la cultura e l’intrattenimento”.

Fonte immagine: https://it.freepik.com/foto-gratuito/gambe-in-scarpe-da-ginnastica-della-giovane-compagnia-di-amici-seduti-nel-parco-utilizzando-gli-smartphone_13361684.htm#query=social%20adolescenti&position=33&from_view=search&track=robertav1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.