Napoli, maxi truffa Superbonus: sequestrati 93 milioni di euro

Napoli, maxi truffa Superbonus sequestrati 93 milioni di euro

Napoli, maxi truffa Superbonus: sequestrati 93 milioni di euro e sette società che avrebbero realizzato lavori inesistenti

Sette società sono state coinvolte in una maxi truffa legata al Superbonus 110%, con un sequestro di beni per un valore di 93 milioni di euro. Le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza di Napoli, hanno portato alla luce un complesso meccanismo di frode che ha visto la presentazione di dichiarazioni mendaci per ottenere i bonus edilizi.

Il provvedimento, fa sapere la Procura di Napoli, è stato “emanato d’urgenza per cautelare la provvista creditizia giacente sui “cassetti fiscali” delle imprese coinvolte, anche alla luce della assoluta concomitanza delle negoziazioni incriminate, avvenute per la maggior parte nei mesi di marzo e aprile 2024″

Le società coinvolte avrebbero realizzato lavori inesistenti (di riqualificazione energica, ristrutturazione e adeguamento sismico) o gonfiato i costi di quelli effettivamente eseguiti, utilizzando fatture false e altri documenti contabili irregolari. I crediti d’imposta ottenuti fraudolentemente venivano poi ceduti a istituti bancari o ceduti sul mercato, generando un profitto illecito per i truffatori. In alcuni casi, le operazioni erano legate a persone decedute.

Leggi anche: Johnny Wactor, star di “General Hospital”, è stato ucciso

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati beni immobili, quote societarie, disponibilità finanziarie e auto di lusso, per un valore complessivo di 93 milioni di euro. Le indagini proseguono per accertare eventuali responsabilità di funzionari pubblici e per individuare altri soggetti coinvolti nella maxi truffa.

Questo caso rappresenta l’ennesimo episodio di frode ai danni dello Stato legato all’utilizzo dei bonus edilizi.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=772578815058491&set=pb.100069191380544.-2207520000&type=3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi