Morte Andreea Rabciuc, ecco cosa ha rivelato l’autopsia

Andreea Rabciuc, trovato il corpo della giovane scomparsa il 12 marzo 2022

Morte Andreea Rabciuc, ecco cosa ha rivelato l’autopsia. Trovate nel casolare anche una corda e una scritta

Nella giornata di ieri, 22 gennaio 2024, è stata effettuata l’autopsia sui resti di Andreea Rabciuc, la ragazza scomparsa due anni fa dopo una lite con il fidanzato. L’esame autoptico è stato eseguito dal medico legale Adriano Tagliabracci dell’istituto di medicina legale dell’ospedale regionale di Torrette di Ancona.

Secondo quanto riportato da Ancona Today, sul corpo “non sono stati trovati segni di lesioni traumatiche sulle ossa”. Non si è parlato delle cause del decesso, ma è trapelata la notizia che sono stati effettuati prelievi necessarii “a ricostruire il dna per avere l’identificazione ufficiale del corpo. Sarà poi effettuato un esame tossicologico sui capelli”.

Ulteriori indagini sono state predisposte, come l’esame entomologico, volto ad analizzare gli insetti che hanno attaccato la salma. Ciò potrebbe aiutare a capire se l’omicidio è avvenuto nel casolare dove è avvenuto il ritrovamento o altrove.

Inoltre, sempre Ancona Today, rivela che nel casolare dove è stato rinvenuto il corpo, sono stati trovati una corda e una scritta: “La corda sarebbe stata arrotolata a una trave, in prossimità della scala dove sono stati trovati i resti: le ossa di uno scheletro completo di cranio e vestiti che corrisponderebbero a quelli della giovane (un giubbetto bianco, scarponcini neri, una maglietta con la stampa di Tom&Jerry). La scritta, seppur interpretabile, sarebbe attinente a quanto avvenuto nel casolare”.

Leggi anche: Femminicidio di Annalisa Rizzo, ecco tutte le novità

L’avvocato che difende il fidanzato di Andreea, che resta l’unico indagato, sulla presenza della corda dice: “Non posso né confermare né smentire, vedremo quello che è stato refertato. Non so rispondere, quella sera non ho visto niente di particolare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.