Milano, ciclista investito e ucciso da una 25enne. I dettagli

Milano, ciclista investito e ucciso da una 25enne. I dettagli

Milano, ciclista investito e ucciso da una 25enne. Ancora da chiarire la dinamica e le responsabilità

Si allunga l’elenco delle morti in strada a Milano. La scorsa notte, intorno alle 2:30, Ivano Calzighetti, 37 anni barista, stava percorrendo su una bici a pedalata assistita via Scipione Pistrucci, in zona Porta Romana a Milano, quando è stato investito da un’auto, una Peugeot 208 guidata da una 25enne.

Non ancora è chiara la dinamica dell’incidente. Al momento dell’incidente, il semaforo era ancora funzionante. Quindi bisognerà accertare se lo scontro ad una svolta o, come emerso dalle prime informazioni, da un mancato rispetto della precedenza dettata dal rosso semaforico.

In base a una prima ricostruzione fatta dalla polizia locale, sembra che l’auto stava percorrendo viale Umbria, arrivando da piazzale Lodi, mentre la bici elettrica stava attraversando il viale in direzione via Pistrucci.

Dopo l’impatto, la donna alla guida, insieme a un passeggero di 22 anni, si sono fermati per chiamare i soccorsi. All’arrivo dei sanitari, però, per il ciclista non c’era più niente da fare. I due occupanti dell’auto sono stati invece trasportati in codice verde al Policlinico. Per la donna potrebbe configurarsi il reato di omicidio stradale. Saranno gli accertamenti della polizia a chiarire dinamica e responsabilità.

Secondo i dati diffusi dalla Polizia Locale di Milano, nel 2023 si sono verificati a Milano 10.215 incidenti stradali, con un aumento del 10,5% rispetto al 2022. Di questi, 1.150 sono stati incidenti con lesioni gravi o mortali, con un aumento del 12,2%.

Leggi anche: Strage di Erba, al via la revisione del processo

Le vittime degli incidenti stradali a Milano nel 2023 sono state 28, di cui 20 pedoni, 6 ciclisti e 2 automobilisti. I pedoni rappresentano quindi il 71,4% delle vittime, confermando la tendenza degli ultimi anni. La maggior parte degli incidenti si è verificata nelle ore diurne, tra le 12 e le 18, e nei giorni feriali. Le strade più pericolose sono state le arterie principali della città, come viale Monza, viale Zara e viale Certosa. Le cause più frequenti degli incidenti sono state l’eccesso di velocità, la distrazione alla guida e l’abuso di alcol o sostanze stupefacenti.

Foto di Lorenzo Messina: https://www.pexels.com/it-it/foto/citta-strada-persone-edifici-6191589/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.