“Jova Beach Party 2”: Jovanotti riparte dalle spiagge e dalla musica

L’artista vuole ripartire da dove aveva terminato e dal Jova Beach Party

Ph. Credit: Michele Lugaresi

Jova Beach Party, capitolo 2. Jovanotti ci riprova e riparte da dove era finito tutto, dal 2019 dalle feste in spiaggia e dalla musica.

Torna il Jova Beach Party 2022, un sogno dopo un anno in cui anche la musica si è dovuta fermare. Una rivisitazione di quell’evento del 2019 contraddistinto da una partecipazione massiccia, da gioia e da Jova in versione cerimoniere di nozze.

Non poteva così che tornare la rassegna con l’artista che “scomoda” Carlo Parisi premio Nobel per la fisica, per spiegare cosa sia il suo Beach Party.

Leggi anche: “L’Allegria”: Gianni Morandi parla del suo singolo scritto da Jovanotti

Quando gli hanno dato il Nobel hanno letto – spiega Jova – la seguente motivazione: “Per la scoperta dell’interazione fra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici complessi dagli atomi fino alle scale planetarie”. Ho pensato fosse perfetto per noi!

Una celebrazione, una festa, un festival nel rispetto dell’ambiente e nella sua salvaguardia. Città itineranti che si sposteranno in 12 località marine (a eccezione di Aosta e di Bresso) e che ripartiranno da dove tutto era iniziato.

Dalle ore 15 di oggi venerdì 19 novembre, sono così disponibili i biglietti per il JOVA BEACH PARTY MMXXII.

Non a caso è uscita oggi “Il Boom” la nuova canzone esplosiva di Lorenzo. Ci sono dentro Tacito e Nietsche, Leopold Bloom e l’ormai celebre Zoom, l’ecologia e la fantasia tutto frullato in un ritmo che pulsa.

IL BOOM scoppia pensando all’estate, emblema del grande desiderio di ricominciare a dar forma alla festa, al rito, all’avventura, allo spirito del rock n roll.

Con Jova Beach Party nel 2019 abbiamo inaugurato qualcosa, giusto in tempo per poi doverci chiudere forzatamente come tutti. La chiusura mi ha dato tempo per girarmi tra le mani questa cosa che avevamo fatto e che aveva preso forma mentre andava in scena. Guardando le immagini del 2019 e ripercorrendo l’avventura nella mia memoria sentivo che si trattava di un inizio di qualcosa.

Il debutto del JOVA BEACH PARTY  è fissato a Lignano Sabbiadoro il prossimo 2 luglio. Poi toccherà a 12 spiagge popolari italiane, un prato di montagna, un ippodromo e un aeroporto.

GLI OSPITI

Diversa la line up degli ospiti, diverso il set di Lorenzo.

Un’esperienza artistica, fisica, sensoriale, un intrattenimento garantito dal primissimo tra i DJ, il primo DJ performer di tutti i tempi.

JOVA BEACH PARTY è Lorenzo in console, è Lorenzo con la band, è Lorenzo con diversi ospiti nazionali e internazionali (nel 2019 ha ospitato 63 artisti provenienti da 25 paesi diversi) che impreziosiscono ciascuna data. È una megafesta sulla spiaggia con un DJ pazzesco e un nuovo hardware (sonoro e visivo) stupefacente.

Lo “spettacolo” non è scritto ma è live. Nessuna scaletta, ogni tappa è unica e irripetibile. Un nuovo format che cambierà giorno dopo giorno, un LIVE, in tutti i sensi! Vivo, divertente, emozionante, innovativo, moderno, avvincente, tribale, ancestrale, giocoso, intenso.

Un evento in cui si rispetterà l’ambiente nel vero senso della parola, non solo come green washing.

Con WWF e Intesa Sanpaolo, dopo la collaborazione del 2019, nasce infatti una nuova ambiziosa iniziativa.

Ri-Party-Amo: puliamo e recuperiamo 20 milioni di metri quadri di spiagge, laghi, fiumi e fondali”. Una mobilitazione nazionale che ambisce a raccogliere 5 milioni di euro sostenendo e promuovendo tre aree di intervento a livello ambientale, sociale e culturale.

Grazie a Ri-Party-Amo saranno infatti puliti e recuperati 20 milioni di metri quadri, saranno resi possibili gli interventi infrastrutturali di ingegneria naturalistica in 12 aree a rischio.

Saranno coinvolti con lezioni specifiche più di 100 mila studenti con la donazione di almeno 10 borse di studio. L’intera raccolta sarà realizzata grazie a For Funding, la piattaforma di crowdfunding del Gruppo Intesa Sanpaolo che unisce le persone e le organizzazioni a cui stanno a cuore progettualità concrete benefiche e che sarà documentata nella massima trasparenza.

Per ogni donazione una speciale opportunità: Jovanotti nell’autunno 2022 dedicherà a Ri-Party-Amo e a soli 4000 sostenitori dell’iniziativa, un concerto esclusivo a Milano e uno a Roma.

Il progetto ambientale al JOVA BEACH PARTY si completa grazie al lavoro di Guardia Costiera, che collabora nuovamente con il Jova Beach garantendo la sicurezza in mare, e di Banco alimentare, che presiederà l’area food and beverage per l’abbattimento di eventuali sprechi.

JOVA BEACH PARTY

Jova Beach Party è una roba da matti, e infatti chi ci viene impazzisce e chi non c’è non lo saprà mai– aggiunge Jovanotti – Chi non c’è potrà immaginarlo, criticarlo, snobbarlo, ma non saprà mai che botta è, che esperienza pazzesca. La spiaggia è la linea di frontiera più significativa che esiste, e portare lì la festa per me è l’impresa più bella e difficile, la più entusiasmante. Su una spiaggia 3000 anni fa è iniziata la letteratura quando i capitoli si chiamavano ‘canti’. Su una spiaggia è iniziata la vita terrestre, la fantasia, la voglia di partire. JOVA BEACH PARTY è una cosa che si propone di nascere continuamente, cosa che di solito fa la natura, che si chiama così, natura, proprio perchè non smette mai di nascere.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi