Isola, Pietro il poeta-naufrago attacca la produzione: “le potevo fare male”

Pietro il poeta-naufrago all’Isola non le manda a dire e dopo l’incidente di Marina Suma attacca la produzione: “La responsabilità di quello che è successo è tutta colpa vostra, le potevo fare male”

Nella terza puntata de L’Isola dei Famosi Marina Suma durante una prova con Pietro si è infortunata. Prima di iniziare la prova immunità Pietro si era lamentato perché reputava infatti la prova non equa visti i suoi 20 anni contro una donna di 60. Ma è stato redarguito da Elenoire e così ha fatto la prova e si è verificato l’incidente.

Quindi nel momento della nomination Pietro si è sfogato e ha attaccato la produzione:

“Ho fatto un gesto di galanteria verso una donna, anzi, non di galanteria, ma di umanità. Ho fatto quel gesto, ma mi è stato chiesto di rifare la prova. E volevo dire che non siamo carne da macello, io avevo capito che avrei potuto farle male e io non volevo farle male. Quindi è molto triste questo. Durante la prima prova che ho fatto ho volontariamente favorito Marina perché potevo farle male! Non è mia responsabilità ma di altri, è vostra. Non ho paura di dirlo. Io non sono debole, ho i co****ni per dire queste cose. La responsabilità non è mia, è vostra. Una donna si è fatta male per colpa vostra, non mia. Non siamo carne da macello”.

Leggi anche–> C’è maretta tra i due opinionisti de L’Isola 2024? Le frecciatine in diretta

Vladimir Luxuria è intervenuta e ha detto in risposta alle accuse mosse dal naufrago: “Io pensavo che tu non avessi capito le dinamiche del gioco per questo ve l’ho fatto rifare“. Ma il naufrago ha continuato ad andare contro la produzione e così Luxuria ha replicato: “La colpa non è né tua né nostra. La vogliamo mettere così?“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi