Incendio del resort in Kenya, morta la turista italiana ustionata

Incendio del resort in Kenya, morta la turista italiana ustionata

Incendio del resort in Kenya, morta la turista italiana ustionata nell’incendio scoppiato lo scorso 22 febbraio

Lo scorso 22 febbraio, un incendio di grosse dimensioni ha colpito la spiaggia di Watamu in Kenya, coinvolgendo due resort in una zona molto frequentata da turisti italiani. Le fiamme hanno completamente distrutto il resort italiano Barracuda e il ristorante sul mare del resort Lily Palm. Nell’incendio sono rimaste coinvolte due turiste italiane. Immediatamente soccorse, le due donne sono state trasferite allo Star Hospital di Malindi “non in pericolo di vita”, ma oggi la situazione per una delle due è precipitata.

Michela, una trentanovenne turista di Sarnico, in provincia di Bergamo, è deceduta in seguito alle ustioni riportante nell’incidente. Nel frattempo, la donna era stata trasferita all’ospedale Aga Khan di Mombasa, in Kenya. La donna è deceduta poco prima dell’arrivo della madre, che è atterrata questa mattina a Mombasa, nella speranza di vederla ancora viva.

Leggi anche: Grecia, tragico incidente tra due treni: 38 morti e 85 feriti. L’accaduto

La donna era in vacanza in Kenya insieme al cugino, originario della Valtellina. Proprio il cugino ha raccontato l’accaduto. Sarebbero dovuti rientrare il giorno dopo in Italia e, al divampare dell’incendio, hanno deciso di rientrare velocemente nella stanza per recuperare le carte di viaggio e alcuni effetti personali, ma, nel giro di pochi secondi, le fiamme hanno lambito la struttura e le persone all’interno.

Fonte immagine: https://twitter.com/baraka_jb/status/1628363871168733188/photo/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi