Immobile e le prime parole dopo l’incidente: “Ho pensato alle mie figlie”

Il calciatore della Lazio ha parlato dopo l’incidente di cui è stato vittima

Un brutto spavento per Ciro immobile, calciatore e capitano della Lazio. Nella giornata di ieri è stato protagonista di un incidente stradale, nei pressi di Ponte Matteotti a Roma.

Immobile ne è uscito con una costola e una contusione alla colonna vertebrale.

Poi sono anche uscite le sue prime parole rivelate al procuratore Marco Sommella: “Una botta incredibile, una manciata di secondi in cui ho pensato soltanto a proteggere le mie bambine. Un incubo, ho temuto per loro. Per fortuna sia noi che il conducente del tram siamo qui a parlarne. Se fossimo stati nella macchina piccola non so cosa poteva succedere, ce la siamo vista bruttissima”.

Nelle prime ore della mattina di oggi,  17 aprile, ha parlato anche Ivo Pulcini, direttore sanitario della Lazio: “Cari amici e tifosi, sono stato con Ciro che non ha perso il sorriso e mi ha autorizzato a dirvi che non si arrende mai nemmeno davanti a una tranvata“.

Leggi anche: Ciro Immobile, incidente stradale con un tram: come sta il calciatore

Il calciatore, stando ai primi bollettini, dovrebbe stare fuori circa due settimane.

Immobile nella giornata di ieri aveva deciso di portare le figlie, di 8 e 10 anni, al saggio di danza. Fino all’ultimo era indeciso sulla macchia da usare, poi come sottolineato da lui stesso, ha scelto il suv.

Una macchina più piccola nell’impatto con il tram avrebbe potuto avere maggiori danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi