Il dramma di Alain Delon sottoposto a tutela giudiziaria

Alain Delon

Tiene banco il caso dell’attore francese

Non arrivano buone notizie per Alain Delon. L’attore, di 88 anni, stando a quanto reso noto dalla tv francese è stato sottoposto a tutela giudiziaria.

Si tratta, per Delon, di una misura provvisoria.

In base a quanto deciso dal giudice, Delon potrà continuare a compiere molti atti, ma non i più importanti, come la vendita di un bene immobile, ad esempio, che dovrà essere affidata ad un terzo. Un tutore designato che avrà l’ultima parola.

Secondo i media francesi, Delon è stato posto sotto tutela giudiziaria da un giudice dei contenziosi della protezione, che ha anche nominato il “mandatario”, cioè la terza persona incaricata degli atti che Delon non potrà più portare a termine da solo.

Sollevata da questa decisione, ha detto l’avvocato Frank Beton la figlia Anouchka. L’attore sta affrontando un linfoma e intanto ci sono conflitti con i figli.

A Verissimo, Anthony, proprio sulla sorella ha spiegato: “è un conflitto famigliare (da lui messo in luce per la prima volta in un’intervista a Paris Match di inizio gennaio, ndr) “triste di per sé” che è nato perché “volevo rispettare la volontà di mio padre di restare a Douchy dove ha deciso di morire e ha costruito la sua cappella, dove vuole essere sotterrato. Invece mia sorella vuole portarlo in Svizzera”. Ma “se vuole rimanergli vicino può venire lei in Francia”.

Leggi anche: Il dramma di Alain Delon: “Voglio morire, la mia vita è finita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.