Guai per Vittorio Sgarbi: indagato per evasione fiscale

Sgarbi

Si parla di debiti per oltre 715 mila euro

Grane in vista per Vittorio Sgarbi indagato a Roma per per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

A renderlo noto il Fatto Quotidiano, anche se secondo Sgarbi non ci sarebbe nessun illecito: «Sono illazioni che nascono dalle denunce di un mio collaboratore con lettere anonime. Ma sono infondate. E comunque non prendo una lira dal ministero per le missioni».

Intanto Gennaro Sangiuliano, Ministro della Cultura, in un’indagine a Thomas Mackinson dice: «Non sapevo nulla delle consulenze. Ho già avvertito Meloni. Del resto non l’ho voluto io. Cerco di tenerlo a distanza e di rimediare ai suoi guai».

Poi: «Io rispondo del mio comportamento, il compito di vigilanza non ce l’ho io ma la magistratura. E non posso certo sapere tutto quello che combina Sgarbi. Lo vedo una volta ogni tre mesi anche perché, dico la verità, lo tengo a distanza della mia persona, voglio averci a che fare il meno possibile».

Leggi anche: La regista Comencini attacca Sgarbi: «Ha offeso le donne»

Ora, dopo l’inchiesta, Giorgia Meloni starebbe valutando di rimovere tutte le deleghe e le cariche di Sgarbi.
A Roma, c’è anche un’altra indagine per non aver pagato  715 mila euro all’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi