Green Pass, ecco dove dovrà essere esibito

Green Pass

Green Pass, ecco dove dovrà essere esibito e le attività dove la certificazione verde, invece, non sarà necessaria

Manca solo la firma del premier Draghi alla lista delle attività commerciali dove sarà obbligatorio possedere il green pass a partire dal primo febbraio 2022.

Il green pass, almeno quello base, sarà necessario per tabaccai, parrucchiere, barbiere e per andare nei centri estetici. Lo stesso anche per i colloqui nelle carceri e ancora per i pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari. Non servirà per accedere alla stazione dei carabinieri o in un commissariato se bisogna presentare una denuncia o comunque svolgere un atto «indifferibile». Lo stesso vale per partecipare a un processo in tribunale.

Leggi anche: SUICIDIO LOSITO, GABRIEL GARKO SARÀ SENTITO NUOVAMENTE DAL PM

Il green pass non è necessario per acquistare generi alimentari nei negozi al dettaglio o nei supermercati, e per l’acquisto di generi alimentari e per la cura di animali. Sono nell’elenco dove serve i negozi che vendono surgelati, le pescherie, le bevande, i rappresentanti di ittica. Libero accesso anche per recarsi nei mercati rionali.

Sarà invece necessario per gli ottici, i negozi di cosmetica, ma non per le farmacie, parafarmacie e negozi che vendono i prodotti igienico sanitari compresi deodoranti, bagno schiuma, shampoo. Nessun green pass per le edicole all’esterno (chioschi), serve per quelle al chiuso e per le librerie.

Infine, non servirà nemmeno per acquistare carburante per veicoli e motoveicoli, pellet, legna e combustibili.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/coronavirus-pandemia-maschera-viso-6557603/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *