Grande Fratello, cambia tutto: addio ai Vip e ritorno al passato

Annunciata la rivoluzione al Grande Fratello: addio ai Vip. Si torna alla versione Nip, Alfonso Signorini confermato

Tanto tuonò che piovve. I tuoni, in questo caso, sono quelli di Piersilvio Berlusconi, che si è abbattuto come un uragano sul GF Vip. E dopo una parte finale ricca di polemiche e squalifiche, si è arrivati a una decisione irremovibile: addio al Grande Fratello Vip, nella prossima edizione si ritornerà al passato con la versione nip del programma. A riportare la bomba è stato Giuseppe Candela nella sua rubrica A lume di Candela su Dagospia. Una valanga di novità dunque per uno dei programmi più seguiti di Mediaset, che farà un deciso ritorno al passato con la speranza di tornare anche ai fasti di un tempo. Sembra inoltre che il Biscione abbia intenzione di dare un taglio netto anche alla durata del format, che dai 6 mesi dell’ultima edizione da poco conclusasi dovrebbe passare a 3 o 4 mesi al massimo. Spariranno dunque maratone lunghe come quelle delle ultime tre edizioni del programma in chiave vip. In particolar modo le ultime due edizioni del GF Vip sono quelle finite nel mirino e che hanno portato alla decisione di cambiare tutto, dopo i vari avvenimenti contestati e le tante polemiche attirate.

LEGGI ANCHE: L’Isola dei famosi, i concorrenti divisi in tribù: come saranno composte

Già in passato Alfonso Signorini, confermato alla guida del programma anche senza i suoi vipponi, aveva manifestato la volontà di portare sul piccolo schermo una versione mista del format, con personaggi sia conosciuti che sconosciuti. Inoltre, così facendo, Mediaset avrà anche la possibilità di ridurre i costi, visto che il compenso per i vari concorrenti nip sarà certamente inferiore rispetto a quanto percepito da molti personaggi delle ultime edizioni. Stando invece a un aggiornamento riportato da DavideMaggio, potrebbero essere inclusi nel cast 3-4 vip di spessore. Partenza come al solito fissata da settembre, per un Grande Fratello tutto nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi