Ginnastica, l’ex allenatrice di ritmica Fogliata patteggia

Stefania Fogliata

Condanna di due anni con sospensione della pena

Mentre si attende il corso dell’indagine penale a carico di Emanuela Maccarani per gli abusi nel mondo della ginnastica, l’ex allenatrice Stefania Fogliata ha patteggiato a una condanna di due anni.

Due anni con sospensione della pena, ma con l’obbligo di sottoporsi a un percorso riabilitativo. A ottobre il gap di Brescia, aveva rifiutato la richiesta di patteggiamento a un anno, 10 mesi e 15 giorni.

Si chiude così il caso della Fogliata, tra le prime a essere denunciate. Undici ginnaste e allieve l’avevano accusata di maltrattamenti aggravati.

Abusi ch avrebbero avuto luogo nella sua stessa accademia Nemesi di Calcinato e rivolte anche ad atlete di 10 anni.

La prima pena era arrivata a livello sportivo, con la squalifica di un anno da parte del Tribunale federale della Federginnastica.

Leggi anche: Ginnastica, l’ex allieva contro l’allenatrice Fogliata: “Mi faceva leccare lo yogurt da terra”

Il giudice aveva definito il comportamento dell’allenatrice: «un quotidiano stillicidio di improperi e umiliazioni» a cui «si sono sommate le percosse». Secondo il giudice, Fogliata «ha saputo dosare vessazioni e complimenti, così da creare non solo soggezione, ma un vero e proprio condizionamento psicologico».

Il tecnico ha dovuto mandare una lettera di scuse e sono stati forniti risarcimenti alle allieve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.