Gf Vip, Tommaso Zorzi reagisce e “ricatta” gli autori con delle richieste

L’influencer trova il lato positivo e scatta l’idea per vivere la routine nella casa al meglio

Tommaso Zorzi riesce sempre a trovare la strada giusta per affrontare le difficoltà. Insomma nella sua indole ottimista, è riuscito – crisi d’ansia e vomito a parte, a trovare qualcosa di buono nella situazione in cui si trovano segregati in casa a data da destinarsi (26 febbraio, ndr). Infatti gli viene in mente un’idea per rendere più piacevoli i giorni dentro la casa del Gf. E fa la lista delle cose che potrebbero chiedere agli autori. Ecco cosa dice all’amica Stefania Orlando, che immediatamente condivide la sua idea:

“Però posso dirti? Adesso con loro abbiamo un po’ il coltello dalla parte del manico. Film, vino”. E Stefania aggiunge: “Film tutte le sere” e Tommaso pronto a risponderle: “Magari non tutte le sere, ma due volte a settimana sì, o no? Ci guardiamo i film al posto di farceli nella testa!”.

Leggi–> Gf Vip, Tommaso Zorzi si sente male dopo la puntata

E in giardino, ancora ieri sera, i due amici oltre a chiacchierare si sono lasciati andare ad un canto liberatorio sulle note di “Maledetta primavera” di Loretta Goggi con la complicità del Grande Fratello che li ha assecondati mettendo la base. Tutto per regalare ai concorrenti, dopo la notizia del prolungamento, un momento di svago e di relax.

Infatti i vipponi  ormai da quattro mesi nella casa – alla notizia del prolungamento del programma non hanno reagito bene. Stefania – dopo la puntata – ha tentato di andare via e aprire la porta rossa, rischiando per un soffio la squalifica. Squalifica che non è avvenuta perché l’influencer milanese è intervenuto immediatamente non permettendole di aprirla.

leggi anche–> Gf Vip, Stefania Orlando: crisi nella notte, cerca di uscire dalla porta rossa

Lui, di contro, si è sentito male. Crisi di ansia e vomito, ieri in nottata, dopo la diretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.