Fine vita, la decisione sul suicidio assistito spetta ai Comitati etici territoriali

Fine vita, la decisione sul suicidio assistito spetta ai Comitati etici territoriali

Fine vita, la decisione sul suicidio assistito spetta ai Comitati etici territoriali, questo il parere del Comitato Nazionale per la Bioetica

Si torna a parlare di suicidio assistito e lo si fa dopo la risposta del Comitato Nazionale per la Bioetica, interpellata sulla questione dal Ministero della Salute.

Nel corso delle riunioni Plenarie che si sono tenute il 23 e 24 febbraio 2023, il Comitato Nazionale per la Bioetica ha dibattuto sia dei quesiti posti dal Ministero della Giustizia, in merito alle problematiche connesse all’autodeterminazione nel ricevere o meno i trattamenti sanitari offerti, sia sul quesito
posto dal Ministero della Salute in merito all’individuazione dei comitati etici competenti a rendere il “parere in materia di suicidio assistito”.

Per quanto riguarda i quesiti posti dal Ministero della Giustizia, dopo un corale, approfondito dibattito, la Plenaria ha ritenuto di proseguire l’analisi al fine di ottenere la massimo convergenza possibile con riguardo alle delicate e complesse problematiche sottese, nel rispetto di tutte le posizioni sino ad ora emerse.

Leggi anche: Maurizio Costanzo: camera ardente da sabato, lunedì i funerali nella chiesa degli artisti

Per quanto attiene – invece – al quesito posto dal Ministero della Salute, il Comitato, nonostante la recente composizione, ha approvato – a larga maggioranza – il testo della risposta al quesito medesimo.
Anche se le motivazioni non ancora sono state rese note, il Comitato ha identificato nei recentemente istituiti Comitati Etici Territoriali gli organismi “competenti a rendere il parere in materia di suicidio assistito”.

I comitati etici territoriali sono nati nel 2018 in seguito all’applicazione della legge Lorenzin. Quest’anno hanno subito una rimodulazione con un decreto del Ministero della Salute. Attualmente sono 40 sul territorio nazionale. La nomina dei componenti è di competenza regionale e viene “effettuata fra persone di alta e riconosciuta professionalità e competenza nel settore delle sperimentazioni cliniche e nelle altre materie di competenza del comitato etico”.

Fonte immagine: https://unsplash.com/it/foto/GwgFPDXiSIs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi