Fagioli parla dopo la squalifica pr scommesse: “Non ho smesso di combattere la dipendenza”

Fagioli

Il calciatore è tornato a parlare del caso che l’ha coinvolto

Nei mesi scorsi a lungo si è parlato di scommesse con tanto di squalifiche di alcuni calciatori coinvolti. Su tutti Nicolò Fagioli, che da pochi giorni ha terminato la sua squalifica.

Il calciatore si è così raccontato a Gazzetta Dello Sport per la prima volta dopo mesi di silenzio.

«non ho smesso e non smetto di combatterla, ma ora la domino pensando semplicemente. a quanto male mi ha fatto. Basta una volta per ritornarci sotto, è una biscia che ti avvinghia e non ti molla».

Ricordando il match con il Sassuolo (16 aprile 2023) quando coppia a piangere dice «Quando sono scoppiato a piangere, nella partita con il Sassuolo, non era solo per aver messo in difficoltà la mia squadra, ma perché in quel momento è scesa una cappa nera, tutto mi sembrava negativo».

Fagioli ammette: «il gioco mi aveva divorato la vita, era diventato un assillo, un incubo. Sono stato inghiottito da un vuoto che non guarda in faccia nessuno, non distingue per classe sociale, non premia né assolve in base al talento. Mi sentivo soffocare ma non trovavo il modo di venirne fuori».

Leggi anche: Calcio scommesse, Fagioli ha iniziato il percorso di riabilitazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi