Euro 2020, Jorginho, l’uomo di ghiaccio che ci ha portati in finale

Ha siglato l’ultimo rigore decisivo

Jorginho uomo di ghiaccio per la freddezza e la tranquillità con cui ha tirato l’ultimo rigore che ha portato l‘Italia in finale.

Contro la Spagna solo ai rigori l’Italia si è guadagnata la chance di giocare la finalissima di domenica 11 a Wembley.

Nato nel 1991 in Brasile, per poi essere naturalizzato italiano ha iniziato la sua carriera a Napoli mentre attualmente, il professore, così come lo chiamano i fan, gioca al Chelsea.

Per lui una stagione lunghissima e ricca di soddisfazioni, prima la Champions League e ora la finale dell’Europeo.

Jorginho, che prima di raggiungere Coverciano ha avuto anche qualche girono di riposo ha fatto parlare di se anche per il gossip.

Dopo la crisi di matrimonio con Natalia, mamma dei primi due figlie si è vociferato di un presunto flirt con una traduttrice del Chelsea.

Ora, è legato a Catherine Harding, ex dell’attore Jude Law, mamma del suo terzo figlio. Oltre il gossip, come spiega Gazzetta dello Sport la donna più importante è sempre stata solo una, la mamma.

Proprio la donna, dopo il divorzio, ha cresciuto sola il centrocampista e dal Brasile si è spostata a Verona.
Lei lo ha avvicinato al mondo del pallone nonostante i primi anni di vita trascorsi in un Monastero.
Eravamo in sei in una stanza, ci siamo stati per un anno e mezzo, e ci pagavano 20 euro a settimana. I monaci ci trattavano benissimo, erano sempre molto rispettosi. Si prendevano cura di noi e il cibo era eccellente”.
La sistemazione era stata trovata dal Verona, dove Jorginho muove i primi passi: poi il Napoli e il Chelsea.
A Londra il calciatore ha trovato la sua dimensione, vive da tre anni e chissà che domenica non possa festeggiare proprio nella città adottiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.