Cesare Cremonini riceve la Cittadinanza Onoraria di Maratea: “Tornare qua per me significa…” (VIDEO)

Cesare Cremonini ha ricevuto la Cittadinanza Onoraria di Maratea: ecco le parole del cantautore, attore e scrittore 

Cesare Cremonini ieri sera è stato l’ospite d’eccezione dell’ultima serata del Marateale. Dal 21 al 31 luglio si è svolta la XIV edizione di Marateale, il festival anche quest’anno ha ospitato prestigiosi artisti del mondo della tv, cinema, musica e spettacolo. Il cantautore bolognese negli anni è riuscito sempre a rinnovarsi, conquistando un vasto pubblico tra successi, tour e album. E’ uno degli artisti più amati del panorama della musica italiana, la sua brillante carriera è costellata da innumerevoli successi e traguardi.

Il sindaco di Maratea Daniele Stoppelli ha conferito la Cittadinanza Onoraria di Maratea a Cesare Cremonini motivando: “Per il forte legame affettivo che intrattiene con la nostra città che non manca mai di sottolineare pubblicare, veicolando l’immagine di Maratea, promuovendola in tutta Italia. Per il profondo amore che prova per Maratea, dove ha scritto la canzone “Vorrei” e di cui ampiamente parla nel libro “Le ali sotto ai piedi”, con infinita riconoscenza ed ammirazione”. 

Leggi anche –> manila nazzaro si gode la sua famiglia e le vacanze la meta scelta

Le parole del cantautore…

Ieri sera la fantastica location dell’Hotel Santavenere ha fatto da contorno alla nuova edizione di Marateale. Cremonini nel corso della serata ha ricevuto la cittadinanza onoraria ed il Premio Internazionale della Basilicata. Emozionato e commosso il cantautore sul palco ha affermato: “Vorrei dedicare questa gioia, perchè sto provando un’emozione fortissima, vorrei dedicare questa gioia al mio babbo che è stato lui, a metà degli anni 60 a comprare una piccola casa qui a Fiumicello, a creare i presupposti perchè io potessi amare eternamente questo luogo e quindi vorrei dedicarlo a lui”. 

Infine riguardo il legame con questa terra ha dichiarato:

“Tornare qua per me significa principalmente riuscire a ricordarmi molto bene chi sono, da dove vengo, quali sono i valori della mia famiglia”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi