Cashback di Stato: gli ultimi giorni, arrivano i rimborsi

L’iniziativa scade il 30 giugno

Ultimi giorni per il Cashcak di Stato. L’iniziativa, promossa dal Governo Conte, va avanti ma termina (almeno per ora) il 30 giugno.

In quella data scadrà infatti il primo semestre del programma dei rimborsi di Stato per chi ha effettuato acquisti, con soglia minima di 50 transazioni, con carte e bancomat.

Secondo i numeri a disposizione dell’app IO (app apposita per il cashback) sono già 7,85 milioni gli utenti con transazioni valide e di questi 5,89 milioni hanno 50 e più transazioni, cioè hanno già diritto al rimborso fino a un massimo di 150 euro.

Poi c’è anche il superpremio da 1500: ne ha diritto chi entra nella classifica delle 100mila transazioni ma per avere la lista bisogna aspettare fino alla fine.

Il programma ha comunque fatto buoni numeri con quasi 9 milioni di italiani che hanno aderito all’iniziativa.

Secondo i dati il maggior numero delle transazioni viene utilizzata per acquisti tra i 25 e i 30 euro con uno scontrino medio che si aggira attorno ai 36 euro.

Inoltre, il 16,2% delle transazioni è effettuato per importi inferiore a 5 €. Il programma nato a gennaio e “sfruttato” per il periodo delle vacanza di Natale al momento andrà avanti fino a fine mese.

Poi dovrebbe scattare, salvo altro decisioni, il secondo trimestre con le stesse regole ovvero un rimborso massimo di 150 €.

Leggi anche: Italia Cashless: come funziona il sistema di rimborso

Alla fine del periodo viene poi effettuato il rimborso: terminate le 50 transazioni il conteggio va avanti ma solo per poter partecipare al Super Cashback da 1.500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi