Caos Juve, Agnelli rompe il silenzio: “Non una decisione semplice”

L’ex numero uno del club torna sulle dimissioni dal CDA

Andrea Agnelli rompe il silenzio. Oggi, 27 dicembre, allo Stadium di Torino nell’assemblea dei soci in cui si deve approvare il bilancio ha parlato l’ormai ex numero uno.

Sono note le sue dimissioni e quelle di tutto il CDA a seguito dell’inchiesta Prisma e del caos su plusvalenze e contratti dei giocatori.

Agnelli nel discorso agli azionisti ha affermato: “La Juventus viene prima di tutto e di tutti, fino alla fine”.

Poi ha aggiunto: “Dimettermi non è stata una decisione facile. Mi sono impegnato al massimo per ottenere i risultati ottenuti, in campo e fuori. Sono stati risultati straordinari. È stata una decisione che ho assunto in modo convinto e in piena serenità. La società è chiamata a difendere la propria posizione. Io personalmente sono convinto di aver operato bene in questi anni e i rilievi nei nostri confronti non sono giustificati. Ciononostante la società dovrà continuare a tutelare gli interessi del club, e ho ritenuto opportuno fare un passo indietro. Juventus, quindi, viene prima di tutto e di tutti. Fino alla fine”.

Leggi anche: Caso Juve, dietrofront della FIGC: riaperta l’indagine sulle plusvalenze

Nel frattempo, nella giornata di ieri è stato reso noto come il nuovo CDA di cui sono state svelate le nomine si insedierà il prossimo 18 gennaio 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.