Calcio, Paola Ferrari difende Melissa Satta e lancia la stoccata alla Leotta

La giornalista ha parlato del caso dell’ex velina

Paola Ferrari ha voluto dire la sua sull’ultima polemica del mondo del pallone. Melissa Satta da quest’anno è infatti entrata nella famiglia del Club di Sky con Fabio Caressa.

L’esordio dell’ex velina è però stato al centro di diverse polemiche e la giornalista Rai, intervistata da Oggi, ha voluto dire la sua.

Leggi anche: Sky Calcio, Melissa Satta risponde alle critiche e ad Alessia Tarquinio

La Satta la difesi cinque anni fa, quando Sinisa Mihajlovic, col suo bel caratterino, disse riferendosi a lei che “le donne non devono parlare di calcio”. Gli diedi del cafone e ne nacque un putiferio. Questo per premettere che non ho, nei confronti di Melissa, alcun pregiudizio, anzi: mi è molto simpatica.

E poi: “A me, tuttavia, continua a sembrare un fatto incontestabile che un programma giornalistico debba esser fatto solo ed esclusivamente da giornalisti e giornaliste. La funzione di Melissa è solo quella di dare sostanza ad uno stereotipo dei più triti, quello della bella donna che sta lì solo per mettere in mostra le sue belle qualità. Non giornalistiche. Anche tutti quei risolini quando si è tolta la giacca: una scena vecchia, superata, avvilente. È erbaccia televisiva che purtroppo fatichiamo a estirpare”, l’opinione di Paola Ferrari che ha ribadito quanto asserisce, in ogni occasione, in merito a quanto avviene in ambito televisivo e nelle redazioni sportive“.

Infine, senza fare nomi Paola Ferrari fa un chiaro riferimento a Diletta Leotta per cui non ha mai speso parole troppo gentili.

A difesa di Melissa va detto che, a differenza di qualcun’altra, che da brava donna di spettacolo si inventa pure dei flirt (riferimento a Diletta Leotta?), lei non si finge giornalista, non si atteggia a inviata, non pone domande, non fa interviste. Insomma, la Satta, la salvo. Quel modo di fare tv, che per fortuna non appartiene assolutamente alla Rai, proprio no.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.