Berlinale: l’Italia presente con “Per Lucio” e “La veduta luminosa”

L’Italia è protagonista al Festival Internazionale del Film di Berlino con due pellicole targate Rai Cinema

L’Italia sarà presente alla 71ma edizione del Festival Internazionale del Film di Berlino con due film prodotti da Rai Cinema.

Si tratta di “Per Lucio”, il film documentario fuori concorso, firmato Pietro Marcello e di “La veduta luminosa” di Fabrizio Ferraro.

Quest’anno anche il Festival del Film di Berlino si svolgerà in modalità virtuale, ma la soddisfazione per i vertici Rai è comunque alta. Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, ha infatti dichiarato: “Partecipare quest’anno alla Berlinale, anche se in una modalità virtuale e insolita focalizzata soprattutto sulle attività dell’European Film Market, rappresenta per tutta l’industria cinematografica un appuntamento a cui non si può mancare”.

Inoltre Del Brocco ha aggiunto una considerazione su come il cinema sia fondamentale in questo particolare periodo storico: “Dopo mesi in cui la pandemia ci ha costretti a casa, ha forzato la chiusura delle sale e annullato tantissimi eventi, tornare ad occuparci di cinema in uno dei maggiori festival internazionali diventa l’occasione per riannodare un dialogo con il pubblico e provare a immaginare le prospettive future del mercato”.

Il primo titolo è “Per Lucio”, che sarà presentato nella sezione Berlinale Special. Si tratta di un ritratto dell’indimenticabile Lucio Dalla. Grazie all’enorme quantità di materiali di repertorio sia pubblici che privati, il regista ha dato vita ad un viaggio visivo e sonoro all’interno della vicenda umana e professionale del cantante bolognese. Il film è prodotto da IBC Movie e Rai Cinema, in collaborazione con Avventurosa e la Regione Emilia-Romagna.

Il film di Fabrizio Ferraro, “La veduta luminosa” prodotto da Boudu/Passepartout e Eddie Saeta con Rai Cinema, invece, narra la storia di uno stanco autore, il sig. Emmer, e di Catarina, l’assistente di un produttore assente, i quali intraprendono un viaggio alla ricerca dei luoghi di Hölderlin, per un progetto impossibile sul poeta tedesco. Durante il viaggio le ispirazioni vengono meno e nascono gli ostacoli per la realizzazione di qualsiasi opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.