Barbara Fabbroni, l’intervista all’autrice di ‘L’Amore all’improvviso’

Barbara Fabbroni, l'intervista all'autrice di 'L’Amore all’improvviso'

Barbara Fabbroni, l’autrice di ‘L’Amore all’improvviso’, ci ha parlato di sè e del suo romanzo, che presto diventerà un film diretto da Marco Frosini

Barbara Fabbroni è l’autrice di L’Amore all’improvviso, il romanzo edito da Armando Curcio editore, in cui si racconta la storia di Sveva, una giovane donna che ad un certo punto scopre l’amore, che in qualche modo cambierà la sua vita. Questa storia di coraggio, speranza diventerà anche un film diretto da Marco Frosini. Nell’intervista Barbara Fabbroni ci parla di sé, del suo libro e dei progetti futuri.

Prima di parlare del suo libro, conosciamo meglio l’autrice. Chi è Barbara Fabbroni e cosa fa nella vita?

Sono una donna in cammino, curiosa, attenta all’accadere della vita, pronta a intraprendere nuovi itinerari, in cerca di continui stimoli. Faccio la psicoterapeuta e la giornalista, scrivo libri e sogno una baita in montagna dove rifugiarmi per lunghi periodi.

Barbara Fabbroni, psicologa e psicoterapeuta, ma anche scrittrice. Come nasce la passione per la scrittura?

Credo che non ci sia un momento o un evento preciso. La scrittura è arrivata delicatamente e dolcemente. È stata lei a farmi vedere la strada che io non riconoscevo come mia. Poi tutto si è trasformato e sono nate le mie creature letterarie.

Ha già pubblicato tanti libri, ma parliamo dell’ultimo, L’Amore all’improvviso. Di cosa parla?

Prima di scrivere romanzi ho pubblicato molti saggi. Poi, la vita che è in continuo cambiamento mi ha preso per mano conducendomi in questo magico mondo narrativo. L’amore all’improvviso narra la storia di Sveva, una giovane donna, figlia di un nobile avvocato romano. Sveva segue le orme del padre che ripone in lei grandi aspettative. Dopo varie esperienze nei più importanti studi legali del mondo, si trasferisce a Londra per una nuova sfida. Sempre presa dal lavoro e dal desiderio di non deludere il padre, Sveva non aveva mai dato importanza alla sua femminilità e all’amore, finché sulla sua strada appare Benjamin, un giovane affascinante e galante che la corteggia regalandole momenti indimenticabili. Ma proprio quando sembra che l’amore stia sbocciando… una scoperta sconvolgente e lui sparisce nel nulla. Non è ancora riuscita a dimenticarlo, ma è consapevole che Benjamin se n’è andato per sempre. Lanciata verso una nuova vita, tra successi professionali, felici dinamiche familiari ritrovate e una nuova consapevolezza della sua femminilità, Sveva torna a Roma per il Natale dove qualcosa di meraviglioso l’attende.

Sveva è la protagonista, chi è questa donna in realtà e a cosa aspira?

È una giovane donna che ha sofferto molto soprattutto la mancanza di una madre con cui condividere pezzi importanti di vita. Nonostante tutto Sveva non si perde d’animo e sboccia come uno splendido fiore trovando sé stessa e l’amore. Mi ispirano le storie intense e la possibilità di trasformare la propria vita. È un po’ quello che accade in un setting di terapia dove le persone portano la loro sofferenza per poi scoprire che da quella sofferenza può aprirsi uno scenario totalmente nuovo e soddisfacente.

Desiderio di amore e felicità sono il cuore del romanzo, oggi questi sentimenti quale peso hanno nella vita delle persone?

Sono fondamentali. L’essere umano ha bisogno di dare e ricevere amore, di essere riconosciuto per potersi riconoscere, di vivere una vita appagata e densa di sentimenti autentici.

Il libro diventerà un film diretto da Marco Frosini, come è nato questo progetto?

Casualmente, è nato tutto da un incastro perfetto come se prima ancora di vedere la luce la strada fosse già preparata. Marco Frosini oltre che essere uno stimato professionista è una persona gentile e sensibile, cosa molto rara e preziosa.

Carlotta Morelli interpreterà la protagonista di questa storia, perché ha scelto lei?

Conosco Carlotta sia da bambina. So il potenziale che è racchiuso in lei. Ha una sensibilità profonda che ben saprà cogliere l’essenza di Sveva regalandoci un’interpretazione emozionante e vera.

Quando vedremo il film?

Faremo il primo ciak a Firenze in ottobre, speriamo che con marzo 2022 possiamo emozionarci con questa pellicola.

Per chiudere, su Instagram ha scritto di essere a lavoro su un altro romanzo. Possiamo avere qualche anticipazione?

Per il momento preferisco che resti tutto tra le pagine scritte. È la storia di un’altra donna, una creatura gentile che toccherà il cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi