Atletica, parte il conto alla rovescia per il ritorno di Jacobs

L’azzurro torna in pista il 4 febbraio

Marcell Jacobs non gareggia dai Giochi di Tokyo 2020. Dalle incredibili medaglie d’oro nei 100 metri e nella staffetta 4×100.

Jacobs lo rivedremo in posta il 4 febbraio all’Istaf Indoor di Berlino, sul rettilineo della Mercedes Benz Arena.

Intanto, oltre appunto jacobs stesso sono stati annunciati i primi rivali sui 60 metri. Distanza di cui è primatista italiano della specialità con il fantastico 6.47 degli Euroindoor.

In Polonia, quando vinse l’oro dietro si piazzò il tedesco Kevin Kranz, primatista nazionale con il 6.52 firmato nello scorso febbraio, poche settimane prima di chiudere alle spalle di Jacobs nella rassegna al coperto.

Sui blocchi di Berlino, tappa Silver del World Athletics Indoor Tour, sono annunciati altri tre velocisti di casa: Deniz Almas (10.08 nei 100, 6.60 nei 60) e Lucas Ansah-Peprah (10.20-6.68), entrambi frazionisti della 4×100 tedesca sesta classificata nella finale di Tokyo (quella del monumentale oro azzurro), e con loro anche Marvin Schulte(10.18-6.64).

Fino al 28 gennaio, il primatista europeo dei 100 metri continuerà ad allenerai a Tenerife, completando il proprio mese di raduno azzurro al caldo delle Canarie insieme a coach Paolo Camossi.

Dopodiché, una volta rientrato in Italia, comincerà a gareggiare, per inaugurare la stagione al coperto che propone i Mondiali indoor di Belgrado (18-20 marzo) come momento clou.

Lo scorso anno Jacobs scelse Berlino per l’esordio: con il tempo di 6.55 chiuse al secondo posto, battuto soltanto dall’ivoriano Arthur Cissé (6.53).

Un meeting, quello tedesco, il cui parterre di protagonisti si compone di settimana in settimana, ma che si è già assicurato la presenza del primatista del mondo e campione olimpico del salto con l’asta Armand Duplantis (Svezia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.