Il tango che piace a Belèn arriva in tour a Milano. Ecco dove

Julian Sanchez e Bruna Estellita ospiti speciali e protagonisti di uno spettacolo che celebra l’Argentina presso El Porteño Prohibido. Quattro serate esclusive per rendere omaggio ai campioni del mondo di tango “escenario” in tour a Milano

 

La Casa de Tango El Porteño Prohibido presenta quattro serate esclusive per rendere omaggio al Tango e all’Argentina e diffonderne il valore e la cultura

Protagonisti delle 4 serate sarà una coppia d’eccezione: Julián Sanchez e Bruna Estellita, attuali campioni del mondo di tango “escenario”, titolo ottenuto a settembre 2023 con la partecipazione al Campionato Mondiale di Tango di Buenos Aires, la più importante e accreditato competizione che in ambito di tango argentino e che è organizzata dal 1999 all’interno del prestigioso Festival Internazionale di Tango Argentino di Buenos Aires. Nel 2023 hanno partecipato più di 650 copie da tutte le latitudini.

In arrivo quindi un nuovo spettacolo, dal titolo “Tango y Argentina”, che andrà in scena i martedì 7, 14, 21, 28 Maggio con un cast praticamente quasi al 100% argentino e ideato dal coreografo Miguel Angel Zotto, attualmente il piùautorevole rappresentante e promotore del tango argentino al mondo, già direttore artistico dal 2019 della Casa De Tango e ideatore dei dinner show di tango argentino in scena in via Melloni 9.

Julián Sanchez e Bruna Estellita balleranno il meglio del loro repertorio, tra cui la coreografia che li ha portati ad ottenere il titolo di Campioni ai Mondiali di Tango 2023 a Buenos Aires, composta sul brano “Loca” nella versione di Tango Bardo, e originalmente della storica Orquesta Juan D’Arienzo.

Tango y Argentina racconta e offre uno sguardo profondo su Buenos Aires e su tutta l’Argentina, uno spettacolo in cui l’irresistibile eleganza, sensualità e seduzione delle coreografie di tango, si fondono armonicamente con la forza del folclore. Uno spettacolo dal ritmo travolgente la cui colonna sonora parte dai classici legati alle radici del tango, fino ad arrivare ai ritmi energici del tango di Astor Piazzolla passando per la musicapopolare argentina e i balli folcloristici delle regionisettentrionali dell’Argentina (Corrientes, Santiago Del Estero, Santa Fe)

Racconta Julián Sanchez: “Avevo 11 anni quando ho incontrato e conosciuto Miguel Angel Zotto ed è stato subito folgorazione. Miguel veniva a Mendoza con i suoi stage, da quel momento il mio più grande desiderio è stato diventare un ballerino professionista e poter apprendere il suo stile di ballo. Per me la massima espressione del tango escenario era la Tango X2 Company di Miguel Zotto. Studiare con lui e continuare a tenerlo come referente senza dubbio mi ha aiutato e stimolato nella mia formazione artistica e nel mio percorso di ricerca stilistica.”

Julian aggiunge insieme a Bruna Estellita: “Per noi è un vero onore ballare nell’unica Casa De tango in Europa, El Porteño Prohibido, e per di più nello spettacolo che Miguel Zotto che ha creato appositamente per noi. Si avvera un sogno: ballare in un suo spettacolo, in Italia, a Milano che ha una comunità tanguera tra le più grandi d’Italia e un pubblico di appassionati con una forte sensibilità e conoscenza del tango argnetino.”

L’iniziativa è contemplata all’interno di un macro-progetto a cura di Miguel Angel Zotto che insieme a Sebastian e Alejandro Bernardez e Fabio Acamporasoci e proprietari della Casa De Tango El Porteño Prohibido, ha l’intento di portare a Milano personaggi illustri e riconosciuti della cultura, dello spettacolo e della società argentina. Lo scorso anno a marzo è stato ospitato Raul Laviè, La voce di Buenos Aires”, come lo definì Astor Piazzolla.

“Il tango a Buenos Aires è innanzitutto identità sociale, allegria popolare e magia” – racconta Miguel Angel Zotto – “Fra Italia e Argentina c’è un legame fortissimo e tutti noi argentini siamo un po’ anche italiani. E poiché Milano nel corso degli anni è diventata la città che più di tante altre in Europa ha sviluppato un profondo e sincero sentimento porteño, insieme ai proprietari de El Porteño Prohibido vogliamo far conoscere sempre più la nostra cultura con serate speciali in cui gli ospiti sono personaggiche offrono la possibilità di conoscere e approfondire la nostra cultura. Il luogo migliore per la condivisione culturale oltre il teatro per me è a tavola, che per noi argentini di Buenos Aires è un momento di identità e relazione sociale fortissimo. Quale luogo migliore se non in una vera e propria Casa de Tango con cena dinner show! E a Milano!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi