361CronacaFlash: le brevi di 361 Magazine di venerdì 26 maggio

Le news di cronaca di venerdì 26 maggio 2023

Milano – Aggressione di un clochard nella notte in via Cesare Correnti

Nella notte un clochard è stato accoltellato. Il 18enne, vittima dell’aggressione, è di origini egiziane ed è stato rapinato del suo cellulare. Lo hanno aggredito in tre. Gli aggressori sarebbero di origini italiane. La vittima, che è stata trasportata all’ospedale San Paolo, è stata ferita al gluteo. Le sue condizioni non sarebbero gravi. É accaduto intorno alle 2 di notte in via Cesare Correnti.

Lecco – Scomparso maresciallo dei carabiniere che si occupò della strage di Erba

Non si ha ancora nessuna traccia del maresciallo dei carabinieri scomparso da mercoledì sera. Le ricerche dei militari da ieri mattina sono nella zona del fiume Lambro. L’uomo, di 56 anni, comandante di una stazione della Brianza lecchese, si era allontanato da casa dopo un litigio in famiglia.

Nella sua carriera si è occupato anche delle indagini sulla strage di Erba. Il militare starebbe attraversando un momento di difficoltà personale e si sarebbe allontanato volontariamente.

Sant’Anastasia – In carcere il minorenne che ha ferito una bambina

Si è trattato di un agguato premeditato quello del 17enne indagato per il ferimento della piccola Assunta, la piccola di dieci anni che si trovava in un bar con i suoi genitori ed è stata ferita mentre mangiava un gelato. «L’agguato era premeditato e finalizzato a scandire con il terrore una serata normale» riporta Il Mattino.. Domani invece toccherà al maggiorenne Emanuele Civita rispondere davanti al Gip.

Palermo – Uccisero il padre: madre e figli scarcerati e affidati ai servizi sociali 

L’omicidio è avvenuto a Palermo  il 14 dicembre 2018 con 57 coltellate inflitte a Pietro Ferrera, ritenuto un violento e un padre-padrone. Il Tribunale di Sorveglianza di Palermo ha ordinato la scarcerazione di Salvatrice Spataro e dei figli Mario e Vittorio Ferrera. Ai tre, che stanno scontando nove anni, è stato concesso l’affidamento in prova ai servizi sociali.  La sera del delitto la Spataro, esasperata da un ennesimo episodio di violenza subito dal marito, prese un coltello da cucina e lo colpì. Da lì scaturì una colluttazione fermata dall’arrivo dei due figli – allora ventenni – che accoltellarono il padre per difendere la donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi