Ucraina: Margaryta Zatuchna di nuovo in fuga dal suo paese dopo l’Olocausto

La donna è nata a Kharkiv

Tante le storie drammatiche e toccanti che arrivano dall’Ucraina come quella di Margaryta Zatuchna, donna di 82 anni sopravvissuta all’Olocausto e di nuovo in fuga.

Lo racconta lei stessa in u’intervista concessa alla CNN e come spiega Open. La famiglia di Margaryta Zatuchna fuggì a ottobre del 1941, poco prima che i nazisti invadesse la sua città, in un villaggio sui monti Urali, dalla una zona in cui c’era una centrale dove lavorava il padre.

«Lo stabilimento fu evacuato con tutte le attrezzature a Est». Come succede in tempi di guerra l’impianto venne poi riconvertito per uso militare.

Solo terminata la guerra Margaryta Zatuchna, riuscì a torna in Ucraina e nulla sua Kharkiv. Qui ha condotto una vita tranquilla, si è laureata ed è diventata ingegnere, ha avuto anche una figlia dal primo matrimonio.

Leggi anche: Giammarco Sicuro, chi è uno degli inviati Rai in Ucraina

La fuga di Margaryta Zatuchna

Inizialmente l’82enne aveva deciso di rimanere in Ucraina, a causa del marito malato. Poi, dopo una forte esplosione che ha rotto le loro finestre il marito è peggiorato ed è morto nel sonno.  Si è convita ed è riscuoti a scappare grazie all’aiuto che vive negli Stati Uniti.

Attualmente si trova a Cracovia dopo due giorni di fuga e sta aspettando il visto per raggiungere il familiare nel New Jersey.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.