Turchia, Assemblea Cooperazione economica, finisce a pugni tra Russia e Ucraina (Video)

Turchia, Assemblea Cooperazione economica, finisce a pugni tra Russia e Ucraina (Video)

Turchia, Assemblea Cooperazione economica, finisce a pugni tra i rappresentanti di Russia e Ucraina (Video)

Un episodio che sta facendo il giro del mondo è quello appena accaduto ad Ankara, in Turchia, a margine dell’assemblea dell’Organizzazione per la Cooperazione economica del Mar Nero.

Mentre il rappresentate ucraino stava facendo una foto, il rappresentante della Russia gli ha strappato la bandiera ucraina dalle mani. Quest’ultimo ha reagito colpendolo al volto con un pugno e riprendendosi la bandiera. Sono dovuti intervenire gli uomini della sicurezza per calmare gli animo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da la Repubblica (@larepubblica)

L’episodio, probabilmente, nasce dalle tensioni iniziate in aula. Alcuni partecipanti ucraini – scrive Repubblica – “avevano cercato di interrompere il discorso di Ola Timofeeva, del Partito Russia Unita, che si era presentata con il nastro di San Giorgio, simbolo dell’aggressione russa, appuntato sulla giacca”.

L’Organizzazione per la Cooperazione Economica del Mar Nero (OCEMN/BSEC) è un’organizzazione internazionale regionale incentrata su iniziative multilaterali volte a promuovere la cooperazione e la stabilità tra i suoi 13 Stati membri nella regione del Mar Nero.

Leggi anche: Latina, aggredita coppia di sedicenni. La ragazza vittima di stupro per ore

Nel corso dell’assemblea si è discusso anche delle conseguenze di un possibile uso dell’atomica da parte della Russia. Il capo della Cia, William Burns, ha incontrato la controparte russa, Serghei Naryshkin. Il bilaterale si è svolto su “iniziativa americana”.

I due capi delle rispettive intelligence non hanno parlato di Ucraina. Burns “ha consegnato un messaggio sulle conseguenze dell’uso di armi atomiche da parte della Russia e sui rischi di un’escalation nella stabilità strategica”, ha concluso il portavoce, precisando che “siamo stati molto aperti sul fatto che abbiamo canali per comunicare con la Russia sulla gestione del rischio, in particolare del rischio nucleare e dei rischi per la stabilità strategica”.

Fonte immagine: http://www.bsec-organization.org/news/3679961st-general-assembly-of-pabsec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.