Tokyo 2020: nel segno delle donne. Storico oro dal canottaggio femminile

Valentina Rodini e Federica Cesarini hanno firmato l’impresa

Tokyo 2020 è anche nel segno delle donne. L’impresa arriva dal canottaggio femminile con l’oro agguantato da Valentina Rodini e Federica Cesarini.

Le due azzurre si sono messe al collo la medaglia d’oro che nessuna atleta italiana aveva mai vinto nel canottaggio.

La varesina Federica Cesarini e la cremonese Valentina Rodini nel doppio leggero superano allo sprint la Francia e l’Olanda terza.

A fine gara tutta la gioia di Federica: “Questi anni hanno rappresentato un percorso di alti e bassi. Ho avuto diversi problemi di salute. Le ho passate tutte, ma ho comunque coronato il mio sogno. Ci ho creduto sempre, ho avuto timore solo nei giorni in cui Valentina è stata ferma, tra maggio e giugno. Sono arrivata anche a non dormire per la preoccupazione. Dopo tutto, Valentina è il mio prolungamento, viviamo una simbiosi ed è naturale sia così. Nei giorni in cui è stata ferma mi sono riadattata, in Coppa del Mondo ho fatto il singolo a Lucerna e poi a Sabaudia il doppio con Silvia Crosio, entrambe gare andate molto bene, ma è stato difficile“.

A cui fanno eco le dichiarazioni di Valentina: “È stata una gara fantastica, a 15 colpi dalla fine ho chiamato il via che ci ha permesso di balzare davanti, ma gli ultimi cinque colpi non finivano mai! Dopo il traguardo, ho avuto subito la sensazione che fossimo medaglia d’oro, ma c’era incertezza e ho voluto aspettare la conferma del tabellone. Poi è esplosa la gioia che doveva esserci al termine di una finale come questa. L’abbiamo gestita bene, volevamo non strafare nella prima parte per poi partire dai 1000 metri in avanti, anche se poi le condizioni del campo e la gara, per come si stava mettendo, ci ha costrette ad anticipare un po’ i nostri piani. Rispetto a ciò che ci eravamo prefissate di fare, ho dovuto chiamare anche un via in più, poi a 500 metri dall’arrivo avevo capito che eravamo lì per giocarci l’oro, e nonostante il lago difficile siamo riuscite con una grande chiusura a prenderci la vittoria”.

Leggi anche: Irma Testa nella storia: prima medaglia dalla boxe femminile

Una vittoria che vale doppio e che arriva anche per onorare la memoria di Filippo Mondelli, morto a 26 anni a causa di osteosarcoma e azzurro del canottaggio che purtroppo non è scomparso troppo presto.

Dopo Irma Testa che è diventata la prima donna della storia che porterà una medaglia nella boxe femminile, la Rodini e la Cesarini entrano nella storia azzurra e del canottaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi