Tema sicurezza a Milano, Roberto Vecchioni risponde a Chiara Ferragni

Il cantautore ha voluto dire la sua

Roberto Vecchioni non ci sta e replica a una considerazione, avvenuta naturalmente via social, di Chiara Ferragni.

L’influencer, in alcune stories Instagram aveva scritto: «Sono angosciata e amareggiata dalla violenza che continua a esserci a Milano. Ogni giorno ho conoscenti e cari che vengono rapinati in casa – e poi – persone fermate per strada con armi e derubate di tutto. La situazione è fuori controllo».

Infine aveva lanciato un appello al sindaco di Milano, Giuseppe Sala per fare qualcosa. La storia – denuncia è diventata virale e ha aperto il dibattito su social.

Vecchioni e la sicurezza di Milano

Roberto Vcchioni, cantautore lombardo ha però voluto dire la sua in un’intervista rilasciata a Corriere della Sera.

Vecchioni ha detto: «Non sapevo della denuncia della signora. Non voglio entrare nel merito delle sue opinioni. Ci mancherebbe. Credo tuttavia che dall’amministrazione di Giuliano Pisapia si siano fatti grossi passi in avanti su questo tema e mi pare sia sotto gli occhi di tutti. Naturalmente ogni cosa è perfettibile».

E poi aggiunge: «È troppo facile dire che non si è fatto nulla. Metto Milano in un contesto più generale. Tutto sta andando molto in fretta, ci sono squilibri. Ma se penso ai fenomeni di cui si parla, e di cui Milano sarebbe accusata, dico che sono simili quelli che ci sono a livello nazionale, che si verificano in tutte le metropoli. Forse però a Milano ce ne sono meno».

Tanti utenti sul web, a parte Vecchioni, hanno criticato l’atteggiamento della Ferragni e il suo punto di vista da “privilegiata”.

Leggi anche: Chiara Ferragni, cifre da capogiro per la co-conduzione di Sanremo 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi