Su Instagram Rosa Perrotta parla di orologio biologico: i follower euforici

Con spontaneità e serietà, su Instagram Rosa Perrotta torna a parlare di donne e di una differenza con gli uomini ossia l’orologio biologico

Su Instagram Rosa Perrotta ha instaurato un rapporto tale con la sua community da condividere con loro ogni aspetto della sua vita. Non solo quindi impegni e progetti professionali, ma anche vita privata. Innamoratissima di suo figlio, mostra alcuni dei momenti insieme, descrivendo cosa fa o i progressi che ha raggiunto.

Con il tempo, però, Rosa Perrotta ha deciso anche di dialogare con la sua community, facendo delle riflessioni in generale su alcune tematiche che le interessano e prendendo spunto anche dai feedback le arrivano.

In queste ore, Rosa Perrotta è ritornata a parlare di donne. L’ultima volta aveva parlato di donne e maternità, arrivando anche a commuoversi dopo aver ricevuto messaggi di personali esperienze di alcune delle sue followers. Stavolta ha parlato di donne, cercando di sottolineare una differenza netta che esiste tra un uomo e una donna.

Ha spiegato che un uomo ha tempo di diventare un professionista e di realizzarsi lavorativamente e anche di fare molte esperienze di vita, una donna, invece, spesso si trova costretta a fare i conti con il tempo. Soprattutto se tra i suoi progetti c’è quello di diventare madre.

Rosa Perrotta, infatti, ha sottolineato com le donne hanno un nemico: l’orologio biologico, a differenza degli uomini. A trent’anni un uomo è nel pieno della sua formazione e della sua vita e non mette in conto di dover avere dei figli perché sa che potrebbe farlo anche più in là. La donna, invece, compiuti i trenta, sa che potrebbe essere già in ritardo se vuole avere dei figli, nonostante oggi anche una donna a trent’anni si forma e cresce professionalmente.

Pensieri e riflessioni che hanno incuriosito molto i suoi follower che di rimando hanno commentato con apprezzamenti e attestati di stima. Più di qualcuno le ha proposto di scrivere un libro. Chissà che non sia la volta buona…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.