Sofia Goggia: “Olimpiade? Esperienza che mi ha arricchito. Brignone? Nessuno screzio”

Ospite del programma “Verissimo”

Sofia Goggia si riposerà un po’ dopo una stagione complessa ma ricca di soddisfazioni. L’azzurra ha vinto la coppa di specialità di discesa e l’argento ai Giochi di Pechino. 

Due vittorie sudate e faticate. Lo confessa lei stessa a “Verissimo” e sulla Coppa del Mondo spiega: “Il Globo di Cristallo è l’aspirazione più grande per tutti gli sciatori che gareggiano ai massimi livelli. È stata una Coppa un po’ sofferta, che ha racchiuso la naturalezza del gesto insieme alla costruzione di ogni singola curva, soprattutto nella seconda parte di stagione, dopo l’infortunio”.

Non manca anche un riferimento alla sofferta medaglia olimpica di Pechino. Sofia Goggia ha rischiato di non partecipare dopo una brutta caduta a Cortina.

A dire la verità non mi ero ancora ripresa del tutto, non ero pronta per gareggiare ma volevo fare le Olimpiadi indipendentemente dal mio stato di salute. Forse è stata questa vocazione olimpica che mi ha fatto agguantare la medaglia d’argento. È stata un’esperienza molto difficile ma che mi ha arricchito”.

Sofia Goggia e la polemica con la Brignone

C’è anche un riferimento alla madre di Federica Brignone, Ninna Quario che aveva sollevato la polemica sulla natura del suo infortuno.

Ci sono rimasta male. La caduta l’hanno vista tutti. Sostenere il contrario di un referto e mettere in discussione la parola dei medici della Federazione l’ho trovata una cosa sgradevole. Quando si fa sport a questi livelli si hanno i riflettori puntati addosso. Sono molto consapevole che non si possa piacere a tutti”.

Infine proprio sulla Brignone, puntualizza: “Tra di noi non ci sono stati screzi, abbiamo due caratteri e due personalità molto differenti, ma se c’è una buona dose di rispetto l’una per l’altra tutto va avanti nel modo più liscio”.

Poi se sia impegnato o meno a livello sentimentale, afferma: “Sono single, non ho ancora trovato una relazione che possa essere premiante per me. Poi, durante l’anno sono in giro per il mondo per 250 giorni e non è facile.”

Leggi anche: Sci, Goggia c’è: per lei arriva la terza coppa di discesa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi