Rubò Gratta e Vinci, scarcerato il tabaccaio napoletano. Ecco perchè

Gratta e Vinci

Rubò Gratta e Vinci, scarcerato il tabaccaio napoletano. Per lui disposti gli arresti domiciliari in attesa del processo

Gaetano Scutellaro è il tabaccaio di Napoli, che lo scorso settembre rubò un «Gratta e vinci» da mezzo milione a un’anziana e fuggi via dalla tabaccheria.

Per questo motivo l’uomo fu rintracciato mentre tentava la fuga in un paese estero e arrestati. Oggi, Gaetano Scutellaro è stato scarcerato grazie ad unna perizia psichiatrica, effettuata su richiesta dal giudice. La perizia  ha stabilito che al momento de furto, l’uomo era «parzialmente incapace di intendere e di volere».

Leggi anche: LILIANA SEGRE SULLA SHOAH: “OGGI LE COSE SONO COSÌ POCO CAMBIATE”

La testi dell’avvocato difensore si sarebbe basata proprio sul comportamento anomalo dell’uomo, che prima avrebbe messo in atto una fuga rocambolesca, poi voleva denunciare la donna vittima del furto e infine le ha chiesto perdono.

Leggi anche: Furto Gratta e Vinci, il tabaccaio in carcere a Santa Maria Capua Vetere

Secondo la perizia, l’uomo dovrà ricevere cure adeguate alla sua condizione psicologica, incompatibili con il regime carcerario. Per questo motivo Scutellaro è stato posto agli arresti domiciliari, in attesa del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi