Parla il padre di Michele Merlo: “Vogliamo che sia fatta luce, sporgeremo denuncia”

A dirlo è Domenico Merlo

Al dolore per la morte di Michele Merlo, si aggiunge anche la rabbia per i genitori. Una rabbia data dal fatto he il ragazzo, come raccontato dal padre Domenico era stato rispedito a casa dopo essersi presentato in ospedale.

All’indomani della morte del ragazzo, Domenico Merlo ha rilasciato un’intervista a “Il Resto del Carlino”, in cui promette battaglia e chiede giustizia.

Sicuramente un’indagine la faremo partire noi: mi sono già rivolto agli avvocati e abbiamo intenzione di sporgere denuncia. Ci sono moltissime ombre e noi vogliamo chiarezza. Mercoledì pomeriggio mio figlio è stato all’ospedale di Vergato e, come ci ha poi raccontato, c’era praticamente solo lui, di paziente”.

Dopo il pronto soccorso Michele era andato anche a trovare la ragazza fino all’aggravamento delle condizioni nella giornata di giovedì.
A cui era seguito il ricovero all’Ospedale Maggiore di Bologna e i tre giorni di coma farmacologico.
Domenico aggiunge: “Di certo il modus operandi del sanitario intervenuto è stato quantomeno inidoneo. Mio figlio aveva le convulsioni e perdeva sangue dal naso; probabilmente l’operatore non sapeva gestire la situazione. Fatto sta che ha avuto un comportamento e ha detto frasi decisamente fuori luogo. Al limite dell’insulto e della violenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.