Matteo Garrone vince il Fashion Film Festival con Le mythe Dior

Matteo Garrone, regista di Pinocchio, con le sue atmosfere da fiaba ha vinto l’edizione 2021 del Fashion Film Festival Milano

L’edizione 2021 del Fashion Film Festival Milano, che si svolge in concomitanza con la Milano Fashion Week, si è conclusa con la vittoria di Matteo Garrone. Il regista italiano si è aggiudicato il prestigioso premio nella categoria Best fashion film con Le mythe Dior realizzato per Christian Dior couture. Il film, girato ai giardini di Ninfa, ha trionfato sugli altri per la sua atmosfera fiabesca e da sogno e per aver dimostrato una notevole sperimentazione surrealista. Quest’anno la kermesse, giunta alla settima edizione, si è svolta interamente on line a causa delle norme anti-covid.

Il Fashion Film Festival è l’evento internazionale dedicato alla moda e al cinema, ideato e diretto da Constanza Cavalli Etro, la quale ha dichiarato che l’edizione di quest’anno, essendosi svolta interamente in formato digitale, ha dato a tutte le maestranze del cinema e della moda la possibilità, nonostante le restrizioni, di potersi esprimere pienamente e di mostrare, così, la propria resilienza.

In un’intervista rilasciata a L’Officiel, la direttrice di FFFM ha infatti detto: “La scoperta principale di quest’anno è stata sicuramente la resilienza con cui tutti i creativi hanno affrontato un anno così difficile, continuando a creare e ad esprimere attraverso i fashion film tantissime emozioni e punti di vista”.

Oltre al format totalmente digitale, altra novità di questa edizione sono state le Conversations, ovvero incontri esclusivi con personaggi provenienti dal mondo della moda, del cinema e della creatività. Tra questi spiccava il premio Oscar Tim Yip, il quale aveva anche il ruolo di presiedente di giuria. Il festival ha fatto registrare una notevole partecipazione. In gara c’erano 200 fashion film provenienti da 58 paesi, sui quali ha prevalso il cinema italiano.

Ecco tutti i vincitori per ogni categoria:

Miglior Fashion Film: Le Mythe Dior di Matteo Garrone per Christian Dior Couture;

Montaggio: Silent Madness di Jordan Hemingway per Mowalola;

Documentario: Pelo Lacio di Diane Russo per Love Want Magazine;

Colonna Sonora: Wata di Ronan Mckenzie e Joy Yamusangie per Gucci x Garage Magazine;

Styling: Gucci X SSENSE di Matt Lambert per Gucci;

Fotografia: Comfort Zone di Jordan Blady;

Miglior Fashion Film Sperimentale: Stories from a Twelfth-Floor Hotel Room di Zheqiang ZHANG per PSEUDONYM;

Regia esordiente: Wata di Ronan Mckenzie e Joy Yamusangie per Gucci x Garage Magazine;

Fashion Designer/Brand: M92 19 con BRAINWASH di Paolo Forchetti;

Miglior Fashion Film Esordiente Italiano: Embodiment di Ced Pakusevskiy per Barbara Bologna;

Fashion Film Esordiente: Wata di Ronan Mckenzie e Joy Yamusangie per Gucci x Garage Magazine;

Regia: Jess Kohl con Drag Syndrome per British Vogue;

Miglior Fashion Film Italiano: The life and times of Mannequeen town di Vincenzo Schioppa per Aspesi;

Miglior Green Fashion Film: Preservation of Hezhen Fish Skin Tradition Through Fashion Higher Education di Zhongjin Zhang per FISHSKINLAB;

Brand Italiano: Barbara Bologna con Embodiment di Ced Pakusevskiy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.