Matilda De Angelis svela tutti i retroscena delle scene hot in The Undoing

Al Taormina Film Fest, Matilda De Angelis è tornata a parlare della serie internazionale The Undoing, svelando retroscena poco conosciuti

In occasione della presentazione di Atlas, il nuovo film di Niccolò Castelli, alla 67esima edizione del Taormina Film Fest, Matilda De Angelis è tornata a parlare in un’intervista delle scene hot di The Undoing, la serie con una produzione internazionale nella quale ha recitato accanto a Nicole Kidman e Hugh Grant, rivelando dettagli e retroscena inediti.

«Non era previsto un nudo integrale. Però sul set, con la regista Susanne Bier, abbiamo fatto un discorso molto franco tra ragazze: se nello spogliatoio di una palestra una donna viene a parlarti in mutande e reggiseno, non ti fa alcun effetto. Ma se quella donna è completamente nuda e ti si para a un centimetro dalla faccia, allora sì che la percepisci come minacciosa. E questo doveva essere Elena Alves: aveva poche scene ma in quelle doveva essere indimenticabile» ha raccontato l’attrice che del film di Castelli è la protagonista.

Matilda De Angelis ha ammesso: “Premesso che mi sento più a mio agio nuda che vestita, perché a volte con certi abiti non mi sento del tutto me stessa mentre con il mio corpo sto benissimo, di fronte alla Kidman mi sono sentita fragile. Quella fragilità però paradossalmente mi ha dato forza, l’ho sfruttata a mio vantaggio”.

Sul primo incontro con Nicole Kidman, l’attrice ha spiegato: “Non abbiamo parlato della scena del bacio. La Kidman dal vivo è sconvolgente: alta, statuaria, con occhi penetranti di un azzurro ghiaccio. Con me però è stata dolcissima, molto affabile”.

Inoltre, sulla possibilità di trasferiris a Hollywood, Matilda De Angelis ha dichiarato: “Ci tengo a una carriera internazionale: sono stata felice di recitare sia in Leonardo, sia con Liev Schreiber a Venezia quest’inverno: è un attore pazzesco. Ma oggi non hai più bisogno di trasferirti all’estero per lavorare nelle produzioni straniere: il provino di The Undoing l’ho fatto mandando un video, me l’hanno chiesto perché ero l’attrice italiana vincitrice dello Shooting Stars Award, un premio per emergenti. E poi oggi basta fare un film per Netflix per essere in 150 Paesi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.