KATIA RICCIARELLI E GIUCAS CASELLA UNITI DA UN AMORE IN COMUNE? SI’, MA NON SI TRATTA DI BAUDO!

Katia Ricciarelli e Giucas Casella svelano il nome di un volto noto che li accomuna. La persona alla quale sono legati entrambi è tra le più amate della tv italiana, ma non è Pippo Baudo

Katia Ricciarelli e Giucas Casella sono due personaggi molto diversi tra loro. Sin dall’ingresso dei due gieffini in casa, infatti, i due non hanno mai dimostrato di avere molto in comune (caratterialmente parlando), nonostante siano i più vicini in termini di età anagrafica e quelli che, a differenza di altri compagni di avventura, hanno condiviso tanto della loro vita personale.

Stando a quanto è accaduto nelle ultime ore, però, Giucas e Katia hanno in comune più di quanto sia stato già raccontato. Durante il pomeriggio, infatti, i due iniziano ad urlare a gran voce:“Mara, Mara, Mara”. 

Chiarissimo il riferimento alla regina indiscussa delle reti pubbliche Mara Vernier che, sui suoi profili social, pubblica il video e saluta i due carissimi amici Katia e Giucas.

L’ipnotista, inoltre, conclude l’inno a Mara Vernier con una frase breve ma tenerissima: “controlla James”.

Anche Mara coglie la frase appena accennata dell’amico Giucas e, commentando il proprio post scrive: “Ok Giucas, controllo James”.

CHI E’ E QUANTO NE SAPPIAMO DI JAMES?

James, come più volte ripetuto in casa, è il figlio di Giucas Casella.

Classe 1987, James è arrivato per caso e, come ha svelato anche l’esperto di ipnosi, non era desiderato dal padre. Poi però, grazie a Pippo Baudo (ed ecco il legame che conosciamo con Katia Ricciarelli), Giucas ha cambiato idea e ha chiesto, ottenendolo, l’affido esclusivo del ragazzo, crescendolo insieme alla compagna Valeria Perilli.

Del rapporto tra i due si è parlato molto, soprattutto dopo che Carol Torr, la madre del ragazzo, aveva rilasciato alcune dichiarazioni al vetriolo a Domenica Live di Barbara D’Urso, accusando l’ipnotista di non averle permesso di vedere il figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi