Influenza “australiana”, l’allarme per il boom di contagi tra i bambini

Influenza australiana, l'allarme per il boom di contagi tra i bambini

Influenza “australiana”, l’allarme per il boom di contagi tra i bambini. La nuova influenza stagionale è partita con 6 mesi di anticipo

La nuova influenza stagionale minaccia soprattutto i bambini. Secondo l’ospedale pediatrico Bambino Gesù «l’ondata dei contagi influenzali si preannuncia intensa anche in Italia, già raggiunta dal virus fin dall’inizio dell’estate».

L'”australiana”, come è stata definita la nuova influenza stagionale, è già comparsa a Roma, facendo registrare i primi 16 casi. Il virus isolato è l’H3N2, sul quale il professor Carlo Federico Perno, responsabile di Microbiologa e Diagnostica di Immunologia del Bambino Gesù, ha detto: «Nei nostri pazienti è stato individuato l’H3N2, una tipologia relativamente comune che circola negli anni. È un’influenza che si manifesta con i sintomi tipici del male di stagione: stanchezza, dolore a ossa e muscoli, febbre e problemi all’apparato respiratorio e gastro-intestinale».

Leggi anche: LA RUSSIA AVVIA LA MOBILITAZIONE, MA NEL PAESE SCOPPIANO LE PROTESTE

Quest’anno l’influenza potrebbe essere più virulenta, inoltre si è manifestata con sei mesi di anticipo. L’avvertenza è quella di di fare attenzione soprattutto «in caso di comorbilità, la malattia può avere effetti più gravi. La raccomandazione – ha detto il professor Alberto Villani, direttore del Dipartimento di Emergenza, Accettazione e Pediatria Generale – è di vaccinare contro l’influenza tutti i bambini, soprattutto se fragili, a partire dai 6 mesi di età. Il vaccino è uno strumento sicuro per proteggere sia loro che i soggetti più a rischio del nucleo familiare».

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/termometro-clinico-termometro-febbre-1935504/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.