Eurovision: resta da sciogliere il nodo conduttore. Cattelan in vantaggio, ma c’è concorrenza

Il conduttore rimane il prediletto dai vertici Rai

Pemane l’incognita conduttore dell’Eurovision. Se la città è stata definita, ovvero, Torino manca ancora il volto che dirigerà il concorso canoro di maggio 2022.

L’Eurovision è un contesto internazionale, motivo per cui la scelta ricadrà su un conduttore in grado di parlare al meglio inglese.

Secondo Dagospia, il favorito è sempre l’ex volto di “X Factor”, Alessandro Cattelan. Il conduttore però, almeno il termini d’ascolti, ha fallito la prova di “Da Grande”, il suo show in due serate Rai.

Prima del programma l’accordo era praticamente chiuso, ora le cose sarebbero cambiate. Non solo, Rai Pubblicità cercherebbe ulteriori rassicurazioni e garanzie.

Il conduttore nato a Tortona rimane in vantaggio ma Cattelan e il suo entourage, secondo sempre Dagospia, vorrebbero al suo fianco un gruppo giovane e non presenze scomode.

Leggi anche: “Da Grande”, non si placano le polemiche e Cattelan: “Rifarei tutto”

Non si vorrebbero infatti altre presenze di “peso”. E con altre ci si riferisce alla concorrenza rappresentata dall’esperta conduttrice Rai Milly Carlucci e da Laura Pausini.

Intanto il vicedirettore di Rai Uno Claudio Fasulo avrebbe deciso di puntare su ben registi esterni.

Si tratterebbe di Christian Biondani e Duccio Forzano, una scelta che a diverse risorse interne non sarebbe stata gradita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi