Elisabetta Gregoraci e Stefano Bettarini: il retroscena sulla presunta love story

A svelare il retroscena sul presunto flirt tra la conduttrice e l’ex calciatore è Maurizio Sorge 

Da quando i due protagonisti del presunto flirt si sono ritrovati sotto lo stesso tetto nella casa di Cinecittà, si rincorrono le voci e saltano fuori nuovi particolari. Intanto, oltre un mese fa, quando Bettarini è entrato come concorrente nella casa del Gf Vip, la Gregoraci si è premurata di dirgli all’orecchio “attento a quello che dici”.

Il flirt c’è stato o no tra Elisabetta Gregoraci e Stefano Bettarini? A rispondere a questa domanda ci ha pensato il fotografo Maurizio Sorge.

“Noi paparazzi di Roma ne sappiamo tanto di questa storia – ha detto Sorge – Via Frattina, ristoranti dove sono stati beccati… Come mai hanno messo Stefano nella casa, chi volevano mettere in difficoltà?”.  Come aveva detto lo stesso conduttore, Alfonso Signorini,  all’epoca che Elisabetta Gregoraci “era preoccupata” dell’ingresso dell’ex di Simona Ventura, Stefano Bettarini. Lui stesso, dopo la squalifica dal reality, aveva dichiarato che la squalifica sarebbe avvenuta per metterlo a tacere sulla storia avuta con una concorrente della casa del GF Vip 5.

leggi anche–> Stefano Bettarini si sfoga: “Eliminato per tacere su un amore famoso”

Da qui si è attribuito i presunto flirt con la Gregoraci. Elisabetta e Stefano hanno infatti lavorato insieme a ‘Buona Domenica’, programma di varietà in onda ai tempi su Canale 5. Infatti la loro collaborazione risale al periodo 2006 – 2008. A destare ‘sospetti’ anche la reazione della showgirl all’ingresso di Stefano nel reality.

Ma c’è anche un’altra testimonianza a riguardo. Si tratta di quella del cantante Stefano Picchi, al quale Bettarini, innamorato, avrebbe chiesto di scrivere per la sua donna una canzone. “Stefano Bettarini era innamorato, mi chiese di scrivere una canzone per lei e si tatuò il titolo sul braccio”, che lo ha raccontato al settimanale ‘Oggi’.

Sulla questione però Elisabetta ha sempre mantenuto il silenzio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.