Donna trovata mummificata, il figlio tenta il suicidio

Donna trovata mummificata, il figlio tenta il suicidio

Donna trovata mummificata, il figlio tenta il suicidio, ma viene salvato dai soccorritori. Attualmente è ricoverato in ospedale

La vicenda della donna di 86 anni trovata mummificata sul letto della propria abitazione, mentre il figlio ha continuato a percepirne la pensione per cinque anni senza dichiararne il decesso, si arricchisce di un nuovo episodio. L’uomo, dopo essersi presentato alle forze dell’ordine, si era reso irreperibile anche al proprio avvocato.

Oggi, arriva invece la notizia – riportata da Leggo.it – che Bernardo Rossi, ha tentato di togliersi la vita tagliandosi i polsi con un coltello. L’uomo, 61 anni, stava soggiornando in un albergo in provincia di Verona, ma dopo aver tentato il suicidio ha chiamato le forze dell’ordine. Attualmente è ricoverato in ospedale, ma è fuori pericolo.

Chi lo conosce parla di lui come di un uomo buono e cortese. «È stato scioccante apprendere questa notizia – racconta una vicina al Corriere della Sera -. Sono qui in affitto da due anni ma la signora non l’ho mai vista. Vedevo il figlio… Persona tranquilla, salutava sempre. L’ultima volta l’ho visto tre, quattro giorni fa. Usciva sempre solo, ogni tanto in auto…».

Leggi anche: Donna trovata mummificata, si consegna il figlio. Nuovi dettagli

Appassionato di equitazione, al Pony Club Veronese dicono: «Sì, è un frequentatore del nostro pony club – spiega il presidente, Giambattista Moscheni, sempre al Corriere della Sera -. Una persona normalissima, gentile, disponibile, sempre pronta a dare una mano se serviva un aiuto».

Poi aggiunge: «Parlavamo del più e del meno. Ho sempre pensato che sia una bella persona e anche adesso non riesco a spiegarmi quanto è venuto fuori. Economicamente sembrava star bene e ho sempre saputo che era molto affezionato alla mamma…».

Fonte immagine: https://twitter.com/Viminale/status/1658524923201978406/photo/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi