Damiano dei Maneskin è apparso in una famosa serie tv: ecco dove

Mentre le loro canzoni stanno facendo il giro del mondo, in Italia i fans sono a caccia di curiosità sui Maneskin e fanno scoperte

Dopo la vittoria dell’Eurovision Song Contest, i Maneskin non si sono più fermati e sono alla conquista di fans europei e internazionali.

Allo stesso tempo, anche il mondo si è accorto del loro sound e della loro personalità. Nel giro di poche settimane, i Maneskin hanno collezionato record su record e sono stati anche protagonisti di proposte pubblicitarie che hanno provato a prendere da loro spunto.

Un 2021 davvero importante che segna la svolta per la band italiana e la possibilità di non voltarsi più indietro e di poter fare la differenza con la loro musica.

Nel frattempo i fans che hanno già provato a copiare il loro della band, stanno cercando curiosità su ogni singolo componente, scoprendo qualcosa che quasi nessuno sinora aveva fatto notare.

Damiano David, il leader dei Maneskin, ha avuto anche un passato da “attore”. Sembrerebbe proprio che i fan si siano accorti che Damiano sia apparso in una delle serie televisive più amate dal pubblico anche a distanza di anni. Si tratta della nota serie “Un medico in famiglia” trasmessa su Rai Uno.

La serie ha avuto un successo incredibile tanto che durò per anni. Solo adesso si viene a sapere che tra i protagonisti della fortunata serie vi è stato anche Damiano dei Maneskin. Non immaginate chissà quale prova d’attore, però. Il cantante, infatti, è apparso solo in foto.

L’episodio a cui ci si riferisce è stato girato nel 2016, è l’undicesimo della decima stagione e si intitola “Doppi servizi”.

Damiano ricopriva i panni di Luigi Pacchiarotti, il ragazzetto che secondo il piccolo Bobò fosse il vero figlio di Lele Martini dato che presumeva ci fosse stato uno scambio in ospedale al momento della sua nascita.

Damiano, quindi, è presente solo attraverso delle foto che guarda Bobò mentre guarda sullo schermo.

Insomma, una scoperta sensazionale per i fans della band italiana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi