Da Icardi na Donnarumma: ecco chi si prende cura della bellezza dei nostri campioni italiani

Belli, fisicati e sempre impeccabili, anche in campo! Scopriamo a chi si rivolgono i campioni dello sport tricolore per la loro hair routine

Non è un segreto che i calciatori e, in generale, i nomi illustri dello sport,  abbiano sempre avuto un certo appeal. 

Nonostante il lavoro dello sportivo non richieda lineamenti regolari e perfetti o uno stile estetico impeccabile, nel corso degli ultimi 20 anni sono stati proprio i volti noti del panorama di riferimento a sdoganare tagli di capelli originali, colorazioni innovative e curatissime barbe da hipster. 

Queste tendenze, rinnovatesi di anno in anno, hanno lanciato dai  primi 2000 ad oggi, un nuovo modo di concepire la man beauty routine, quella “dell’uomo che non deve chiedere mai” ma che, in fondo, non può proprio fare a meno di una delle figure più storiche e ricercate nel mondo della bellezza maschile: il barbiere di fiducia.

Il barbiere, infatti, non è più soltanto l’uomo da “una spuntatina e via” (tanto frequentato dai nostri nonni e papà tra gli anni 30 e gli anni 90), bensì un vero e proprio Hair Designer pronto a coccolare il cliente e a farlo sentire speciale e unico. 

Tra i nomi illustri e baber shop prestigiosi e rimomati d’ Italia, troviamo Luigi Paesano e la sua splendida location di via Posillipo a Napoli: una sorta di guru di riferimento per calciatori, campioni dello sport e uomini che desiderano prendersi cura di sè e sfoggiare barbe e capelli sempre impeccabili.

Addentriamoci, quindi,  nel mondo di Luigi Paesano, per scoprire come e perché, la hair beauty routine non è più solo prerogativa della donna ma anche dell’uomo. 

Un’incredibile location nel cuore di Napoli, tra tradizione, eccellenza e contemporaneità: come si diventa punto di riferimento di personaggi illustri e volti noti dello spettacolo?

La location in via Posillipo è stata una grandissima vittoria. Vengo dalla periferia e sono andato via a 18 anni, tornare con un pizzico di nomea nella zona con la vista più bella di Napoli non ha prezzo. Punto di riferimento? Penso che ci si diventi mantenendo sempre lo stesso livello di professionalità, esprimendo conoscenza e padronanza del lavoro, ma anche e sopratutto avendo molta disponibilità!

Il barbiere è una figura tornata di gran moda negli ultimi anni. Gli Hipster e le loro barbe perfettamente curate sono, oggi, simbolo di una nuova cultura pop (vedi Can Yaman): come ti prendi cura di chi ha fatto del proprio look un vero e proprio stile di vita?

Penso che oggi l’uomo si curi quasi al livello della donna, ma quello che io cerco di offrire ai clienti che frequentano i nostri saloni ‘, in primis, relax. Ogni uomo dovrebbe dedicarsi i suoi 40 minuti di coccole giornaliere. Riguardo alla moda della barba, Io sono uno di quegli ex adolescenti che non vedeva l.ora gli crescesse (ride). Penso che la barba migliori l’aspetto estetico di molti uomini, anche per questo motivo credo fermamente sia diventata uno stile, più che una moda fine a se stessa. Ovviamente, chi opta per la barba deve curarla costantemente.

Molti calciatori non rinunciano a farsi “coccolare” presso la tua struttura: chi, tra loro, è il più esigente e chi, invece, si affida ciecamente alle tue mani esperte?

Luigi e Gigi Buffon

Posso dire che si fidano tutti ciecamente. Nessuno mi chiede come farli, aspettano solamene il risultato finale affidandosi al mio consiglio. Questo mi soddisfa tanto è bello avere massima fiducia anche dagli amici calciatori  considerando la loro massima esposizione mediatica.

Donnarumma
Marco Borriello

Dacci uno spoiler sulle tendenze della prossima stagione. Tagli, colori e nuovi trend assolutamente da seguire

Considerando che tratto prettamente l’uomo, penso che non ci sia un tipo di colore che farà tendenza; nel senso che se negli ultimi 4 anni è stato frequente colorarsi i capelli color biondo platino o silver, vedremo ancora queste mode anche per i prossimi 4 anni. Una tendenza che nasce non muore, ma si riposa per poi schizzare di nuovo da un momento all altro. Lo stesso vale per i tagli: lo stile anni ’80 degli ultimi 5/6anni, ad esempio, continua ad essere molto ambito. Ad ogni modo, quello che dico sempre ai miei clienti, che sia il taglio o la barba, focus sulla personalità! Ogni uomo deve essere padrone del proprio stile. Sceglierlo si, ma renderlo anche suo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi