Bebe Vio ritorna con l’evento inclusivo “WEmbrace”

Appuntamento il 10 ottobre alle ore 20.00

Torna “WEmbrace Sport”, l’evento che mette in gioco atleti paralimpici e non, ideato dall’azzurra Bebe Vio.

Sono già disponibili così i biglietti per la seconda edizione con l’evento che avrà finalità benefica che è gestito da art4sport(www.art4sport.org) – Associazione fondata nel 2009 dai genitori di Bebe.

Come per il primo anno, questa festa all’insegna dello sport, si svolgerà all’AllianzCloud di Milanolunedì 10 ottobre a partire dalle ore 20.00.

A condurre la serata, Lodovica Comello e Gianluca Gazzoli.

Grande novità di quest’anno, la presenza di un team internazionale, International Stars, formato quindi da professionisti provenienti da tutto il mondo e noti per gli importanti risultati sportivi, che si scontrerà con la squadra Italia, comprendente invece le celebrità sportive nostrane.

Ecco così che, sulla scia del successo della prima edizione, la serata sarà una ottima opportunità per vedere i propri idoli italiani e internazionali di scherma, basket, calcio e volley, sfidarsi nelle loro rispettive discipline che, per l’occasione, saranno tutte giocate in modalità paralimpica.

«Non vedo l’ora che sia il 10 ottobre per poter vivere questa seconda edizione di WEmbrace Sport!-  commenta Bebe Vio, che continua – Quest’anno facciamo sfidare i campioni olimpici e paralimpici italiani con quelli provenienti dal resto del mondo. La figata sarà vedere come, se dai a tutti la possibilità di giocare a pari condizioni, il concetto di disabilità viene meno e quello che rimane sono atleti professionisti che si sfidano ad altissimo livello. Un vero spettacolo che non basta descrivere, occorre vedere. Ecco perché invito più persone possibili a venire ad assistere alle sfide di WEmbrace Sport. Vi divertirete un sacco e non ve ne pentirete!»

WEmbrace Sport è inoltre parte di un progetto ancora più ampio: è infatti il primo pilastro del movimento WEmbrace, lanciato dall’Associazione art4sport, che mira a far convergere, unire e rafforzare le voci che parlano di inclusione, abbracciando ed esaltando le diversità di tutti.

Da qui il nome, composto dalle parole ‘WE’ ‘Embrace’, ‘Noi’ ‘Abbracciamo’. Solo in questo modo, infatti, si può arrivare ad accettare sé stessi, superare i propri limiti e, di conseguenza, accettare gli altri. Ecco così che lo sport, con i suoi valori e la sua funzione sociale, diventa il miglior compagno nel percorso per sensibilizzare verso il tema della diversità intesa come valore aggiunto.

Tra i progetti attivi dell’associazione, quello della Bebe Vio Academy (BVA), lanciato lo scorso anno insieme a Nike e nato proprio da un desiderio di Bebe Vio.

Si tratta della prima accademia italiana a favore dello sport inclusivo con un programma triennale gratuito di attività multi-sportive rivolto a bambini e ragazzi con e senza disabilità fisiche di età tra i 6 e i 18 anni. Seguendo le orme di WEmbrace Sport, il progetto comprende cinque diverse discipline sportive paralimpiche, calcio, atletica, basket in carrozzina, sitting volley e scherma in carrozzina.

Sede degli allenamenti, con cadenza bisettimanale, Milano, presso il Centro Sportivo Iseo e il Bicocca Stadium.

Dopo gli ottimi risultati raggiunti lo scorso anno, martedì 20 settembre si ripartirà con la prima Game Time session.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.