Australian Open, si infrange il sogno di due italiani in semifinale: Sinner sconfitto

Nulla da fare per l’altoatesino

Nulla da fare per Jannik Sinner. Si infrange così il sogno di vedere due italiani in Semifinale agli Australian Open.

Matteo Berrettini, con il successo di ieri, 25 gennaio, contro Monfils ha infatti centrato il traguardo diventando il primo italiano di sempre in semi agli Open d’Australia.

Jannik Sinner si è schiantato contro il muro greco. Troppo forte oggi il numero 4 al Mondo Stefanos Tsitsipas che ha battuto l’italiano per 6-3 6-4 6-2.

Lucida così nel post partita l’analisi di Sinner: “Questa sconfitta mi fa capire quanto manca dai migliori. Avrei potuto fare tante cose meglio, dal servizio alla risposta. Devo migliorare in generale. Questo sarà il mio obiettivo stagionale. Devo trovare una soluzione in questo genere di partite”.

E poi: “Questo resta un risultato positivo in vista del prosieguo della stagione. Ho iniziato bene, ora mi prenderò del tempo libero e poi tornerò in campo. Il mio stato mentale sarà positivo”.

Intanto ci si domanda chi entrerà nel suo team. Qualche giorno fa ha infatti spiegato che ci sarà un nuovo  innesto.

Per molti si tratta di John McEnroe per altri potrebbe essere Boris Becker o Maria Sharapova.

Dopo la sconfitta dell’altoatesino le speranze azzurre sono tutte nelle braccia di Matteo Berrettini che sfiderà venerdì l’ex numero uno al mondo Rafael Nadal.

Non è il Nadal dei giorni migliori ma di certo non sarà una partita semplice per il tennista romano.

Leggi anche: Sinner e Berrettini fanno la storia agli Australian Open

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi