Arresto di Paul Haggis, il racconto della vittima

Emergono retroscena inquietanti sull’arresto del regista premio Oscar

È stato fermato a Ostuni Paul Haggis, regista canadese premio Oscar arrestato su ordine dei pubblici ministeri Antonio Negro e Livia Orlando per violenza sessuale.

Paul Haggis si trovava in Puglia per prendere parte all’Allora Fest. Il regista avrebbe però abusato di una 30enne straniera dopo una notte passata in un hotel di lusso a Brindisi.

La donna sarebbe poi stata abbandonata all’Aeroporto e fermata in stato confusionale e subito portata in ospedale in codice rosa.

Leggi anche: Will Smith e il racconto delle violenze domestiche: arriva la sua biografia

I due avrebbro dovuto lavorare insieme e invece Paul Haggis avrebbe abusato della vittima. Repubblica, riporta così parte della testimonianza della donna.

Stando alle prime testimonianze la ragazza è apparsa sconvolta. Una hostess che l’ha notata in Aeroporto ha parlato di una donna impaurito e con difficoltà a parlare.

«Mi hanno violentata in un albergo di Ostuni, qui vicino – ha detto la vittima – È stato un uomo che conoscevo bene. Si chiama Paul Haggis, è il regista di Crash, il premio Oscar. Mi ha scaricato lui qui in aeroporto»

Intanto il regista, che tramite i legali a detto di essere innocente, si trova in stato di fermo e nelle prossime ore dovrà essere convalidato il fermo.

Paul Haggis, altre denunce a carico

Il regista avrebbe incontrato la donna per motivi di lavoro e poi la situazione si sarebbe evoluta. La 30enne inglese ha parlato di violenze sessuali ripetute e i primi controlli certificano quanto raccontato.

Già in passato il registra di Crash ha avuto problemi. Negli USA è in causa con la sua addetta stampa , Haleigh Breest, che aveva raccontato di essere stata stuprata nel 2013.

Altre donne hanno poi raccontato di abusi sessuali.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.