Antonella Viola: “ho ricevuto una lettera di minacce ed un proiettile”

Antonella Viola ho ricevuto una lettera di minacce ed un proiettile

L’immunologa Antonella Viola sotto scorta per le gravi le minacce dei No Vax rivolte anche alla sua famiglia

L’immunologa Antonella Viola è stata minacciata dai No Vax e con lei anche la sua famiglia. Per questo motivo le è stata affidata una scorta.

Il Corriere della Sera riporta il testo della minaccia:

«I BAMBINI NON SI TOCCANO. Basti pensare agli effetti neurotossici e cardiotossici. Se non cambia le sue interviste dicendo che i bambini non vanno vaccinati saremo ben lieti di colpire lei e la sua famiglia. Tranquilla, non morirà nessuno ma due pallottole calibro 22 nella pancia e nelle ginocchia non uccidono, fanno solo un gran male». Il messaggio si conclude: «Non seguiranno altri comunicati».

Leggi anche: CASO SAMAN, LO ZIO DANISH NON SI OPPONE ALL’ESTRADIZIONE

Sempre il Corriere della Sera riporta la reazione dell’immunologa, che dice: “Provo un’amarezza fortissima perché dopo due anni faticosissimi se questo è il risultato è davvero molto triste”.

Inoltre, sulla necessità di vaccinare i bambini dice: “Ne ho parlato e ne ho scritto. E se avessi davanti l’autore o l’autrice della lettera anonima gli direi che lo farò ancora perché non posso dire che i bambini non sono da vaccinare. Sarebbe come volere il loro male, metterei a rischio le loro vite e questo per me è inaccettabile. I casi di bambini in ospedale sono in aumento, alcuni finiscono in terapia intensiva”.

Su Facebook, l’immunologa ha scritto:

Speravo di tenere la notizia sotto traccia ma, come avrete letto, non è stato possibile. Sì, confermo di aver ricevuto una busta contenente una lettera di minacce ed un proiettile. Mi si ordina di dire che i bambini non devono essere vaccinati o spareranno a me o alla mia famiglia. Questi sono i novax che sanno solo odiare, rifiutare logica e leggi, creare tensione e violenza. Sono ovviamente amareggiata perché ho speso gli ultimi 2 anni a servizio della collettività, senza risparmiarmi, sottraendo tempo alla mia famiglia e a me stessa. Sono incazzata con chi strizza l’occhio a certa gente, a chi mette in dubbio la nostra serietà e libertà da qualunque condizionamento. Ma continuerò a fare del mio meglio per dare voce alla scienza e parlare a chi vuole ascoltare. Sempre guidata da etica, responsabilità e amore“.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo/?fbid=118782666716183&set=a.118782653382851

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi