Amici, primo battibecco tra Nicholas e Kumo. Il motivo dello scontro

Amici, primo battibecco in casetta tra due ballerini. Il motivo dello scontro tra Nicholas e Kumo

Amici, nella casetta arriva un nuovo compito per il ballerino Nicholas. Il giovane riceve un compito da parte del prof. Emanuel Lo che dichiara: “Ciao Nicholas, fino ad ora sono stato a guardare le tue esibizioni e i tuoi compiti cercando di scorgere qualcosa che mi potesse essere d’aiuto per capire la tua danza. Ma ogni signola volta ti vedo impegnarti con scarsi risultati e con un movimento troppo debole e poco personale che fa acqua da tutte le parti. Mi piace la tua grande voglia di danzare ma in questo momento per me non basta. Sono qui a darti una coreografia sulla disciplina Hip Hop […]”.

Leggi anche –> Grande Fratello, Letizia confessa: “Lui lo sapeva già da ieri”. La reazione di Rosy

Il primo battibecco…

Nicholas replica: “Loro si aspettano dal loro punto di vista che io in un mese possa apprendere quello che i ragazzi hanno appreso da 3-4 anni”. Dopo aver visionato attraverso un video la coreografia che dovrà studiare e preparare, Nicholas commenta: “E’ tosta. E’ assurdo, stiamo sempre lì. Da quando sono qui ho fatto solo compiti che mi hanno sminuito”. Kumo commenta: “Questo qui per me è tutto l’opposto di quello che sei tu. Personalità nell’Hip Hop non c’è perchè non ha mai studiato […] Questo compito non te lo porti a Casa”. Kumo si confronta con altri ballerini affermando: “Anche il fisico che ha per l’Hip Hop… non. Lo deve fare se accetta il compito. Il problema suo è che è enorme”.

Nicholas dopo aver ascoltato le parole del ballerino Kumo, affrontano un primo battibecco in casetta. “[…] Non sai quanta fatica c’è dietro. Altrimenti non avresti mai detto una cosa del genere. Detto questo, hai parlato anche abbastanza. Se tu fossi sttao davvero sincero queste cose le avresti dette in faccia” dichiara Nicholas.
“E’ stato uno sfogo sul tuo accettare il compito” afferma Kumo. Nicholas conclude:  “Era sul mio modo di ballare, non centra un cavolo il compito. Non sei stato sincero con me, se tu davvero pensi questo, semplicemente hai colto l’occasione sbagliata e senza di me”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi