Alex Batty, scomparso 6 anni fa è stato ritrovato

Alex Batty, scomparso 6 anni fa è stato ritrovato

Alex Batty, scomparso 6 anni fa è stato ritrovato. Il bambino è scappato da una comunità sui Pirenei

Alex Batty, un ragazzo inglese di 11 anni, è stato rapito il 14 febbraio 2017 mentre era in vacanza con la madre e il nonno a Marbella, in Spagna. La famiglia stava camminando sulla spiaggia quando Alex è stato portato via da un uomo sconosciuto.

Le autorità spagnole lanciarono un’indagine su larga scala, ma Alex non fu trovato. La sua famiglia, gli amici e la comunità locale hanno anche organizzato una campagna per trovare Alex, ma senza successo.

Il 14 dicembre 2023, Alex è stato ritrovato vivo in Francia. Un fattorino che lo ha visto camminare da solo in montagna lo ha preso in macchina e lo ha portato alla gendarmeria. «L’ho visto sul bordo della strada, mi ha chiesto un passaggio. Mi ha detto che camminava da quattro giorni, che aveva lasciato le montagne dopo che sua madre lo aveva rapito anni fa», ha raccontato il fattorino che si chiama Fabien Accidini. L’uomo ha aggiunto: «Mi ha raccontato che aveva trascorso tre anni in Spagna, in una comunità spirituale piuttosto bizzarra, e che voleva liberarsi finalmente da quel mondo».

Alex era in buone condizioni di salute e ha raccontato alle autorità di essere stato rapito da un uomo che aveva incontrato in Spagna. Sembra che il bambino vivesse insieme al nonno e alla madre.

Leggi anche: Caserta, studentessa accoltellata da una coetanea a scuola. Ecco i fatti

L’uomo lo ha portato in Francia e lo ha fatto vivere in una comunità, una sorta di setta, sui Pirenei. Alex ha detto che l’uomo era gentile con lui e gli ha insegnato a parlare francese. Le autorità francesi hanno arrestato l’uomo, che è stato accusato di rapimento.

La nonna del bambino, che ha la sua custodia legale, ha detto: «Non volevano che andasse a scuola, stavano cercando uno “stile di vita alternativo”» e che «Gli ho parlato oggi pomeriggio al telefono, era davvero lui. Prima che scomparisse parlavo con un bambino, oggi con un uomo. Ma era lui e non posso spiegare la gioia di sapere che è vivo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.